24 novembre 2010 / 10:16 / tra 7 anni

Borsa Milano conferma ribassi con banche, assicurazioni

MILANO, 24 novembre (Reuters) - Le tensioni tra Corea del Nord e Corea del Sud e i timori sul debito europeo continuano a condizionare gli scambi sull‘azionario milanese che si comporta peggio degli altri listini continentali per il maggiore peso relativo dei titolo bancari.

La crisi irlandese e i timori di contagio penalizzano infatti il settore del credito, trascinando anche l‘assicurativo, mentre la tenuta degli energetici permette agli indici di borsa di arginare le perdite.

“E’ tutto legato alle problematiche sovereign della zona euro come si può vedere dalla crescita degli spread periferici. La situazione sembra critica a livello generale, è molto difficile fare stock picking in questo mercato”, commenta un tarder.

In questo clima soffrono in particolare le banche “non perché quelle italiane siano più esposte di altre, ma per un effetto simpatia generalizzato”, aggiunge un operatore.

Poco dopo le 11,00 l‘indice FTSE Mib .FTMIB mostra un calo dello 0,7%, l‘AllShare .FTITLMS dello 0,67% e il MidCap .FTITMC dello 0,74%. Volumi attorno a 1,4 miliardi di euro.

* Tra i big bancari INTESA SANPAOLO (ISP.MI) e UNICREDIT (CRDI.MI) cedono rispettivamente l‘1,4% e l‘1,2% circa, ma la giornata registra performance negative anche nel risparmio gestito e nelle assicurazioni.

“C’è un po’ di maretta che colpisce tutti i finanziari, non vedo temi specifici”, si limita a commentare in trader.

UNIPOL (UNPI.MI) è in fondo al FTSE MIB con un calo del 2,7% circa.

In un report Banca Akros dice che sta rivedendo al ribasso le stime sugli utili del 2010 per tenere conto dell‘impatto di alcune voci non rilevabili nel primo semestre e relative, in particolare alla indeducibilità fiscale dei alcune poste negative.

Sempre tra gli assicurativi proseguono le vendite su FONSAI FOSA.MI (-1,5%) e sulla holding controllante PREMAFIN PRAI.MI (-2,4%) in un mercato che si interroga sul prezzo degli aumenti di capitale. In Europa l‘indice Stoxx dei bancari .SX7P cede lo 0,4% mentre quello degli assicurativi SXIP lo 0,3%.

* Sul fronte opposto rimbalza ITALCEMENTI ITAI.MI (+1,2%) dopo lo scivolone della vigilia, mentre si accoda al rally anche FINMECCANICA SIFI.MI (+1,15%).

* PRYSMIAN (PRY.MI) sale dello 0,9% in attesa di novità sulla battaglia per la conquista di Draka DRAK.AS che ha annunciato di avere avviato colloqui con il management e gli advisor della cinese Xinmao 000836.SZ. Il mercato attende le comunicazioni dei francesi di Nexans che potrebbero rientare nella partita.

* Tra gli energetici, in buona tenuta, si distingue in negativo A2A (A2.MI) in ribasso di oltre il 2%.

* Fuori dal listini princiaple KERSELF KRS.MI perde quasi il 9%, COBRA COBRA.MI oltre il 5% mentre SEAT PAGINE GIALLE PGIT.MI arretra del 4,6%.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below