18 novembre 2010 / 16:47 / tra 7 anni

Borsa Milano chiude forte, balzo Fiat, Pirelli, giù Finmeccanica

MILANO, 18 novembre (Reuters) - Chiusura in deciso rialzo a Piazza Affari, sostenuta dal comparto auto, che beneficia dell‘euforia del settore per il risultato positivo dell‘Ipo di General Motors e dai finanziari.

“Si pensavo che proseguisse la correzione e invece il mercato ha preso a correre”, osserva un trader.

L‘indice FTSE Mib .FTMIB termina la seduta in rialzo dell‘1,17%. Volumi per 2,3 miliardi di euro.

* Tonici i titoli dell‘automotive, in linea con il buon andamento del settore a livello europeo .SXAP (+3%). FIAT FIA.MI rialza la testa dopo due giorni di correzione e guadagna il 3,5%, seguita dalla controllante EXOR (EXOR.MI) (+1,75%). “Il titolo del Lingotto è ovviamente galvanizzato dalla partenza sprint in Borsa di GM”, dice un trader.

* PIRELLI PECI.MI sale del 3,68% e PIAGGIO (PIA.MI) positiva.

* Tra i bancari si mette in luce POP MILANO PMII.MI (+3,2%). Bene anche UNICREDIT (CRDI.MI). Stamani il titolo si è rafforzato dopo le dichiarazioni rilasciate a Francoforte dall‘AD Federico Ghizzoni, che ha rassicurato sull‘esposizione “quasi nulla” di Piazza Cordusio all‘Irlanda. Sale con un passo più lento INTESA SP (ISP.MI) (+0,4%).

* STMicroelectronics (STM.MI) strappa con un balzo del +3,8%, sovraperformando gli altri tecnologici europei .SX8P, in salita dell‘1,3%

* Torna sotto pressione MEDIASET (MS.MI) in calo dello 0,75%. Ieri Cheuvreux ha declassato il titolo a “underperform” da “selected list” e ha tagliato il target price e le previsioni di utile per il 2010 e il 2011. Inoltre oggi il cda della controllata spagnola Telecinco (TL5.MC) ha approvato i termini dell‘aumento di capitale da quasi 500 milioni, che comporterà per Mediaset un esborso di 252,5 milioni.

* Nel mirino delle vendite anche FINMECCANICA SIFI.MI (-1,26%), declassata da Banca Akros a “reduce” da “accumulate” dopo che l‘incontro con gli investitori a Londra non ha portato buone notizie.

* Fuori dal paniere principale, cedente ENEL GREEN POWER EGPW.MI (-0,8%) di poco sopra il prezzo di collocamento a 1,6 euro. Impennata con scambi intensi per SOPAF SPFI.MI (+15%) che, secondo indiscrezioni stampa parzialmente confermate, sarebbe vicina ad un accordo per il rifinanziamento del debito.

* Ben comprata con volumi anche COIN GCN.MI (+6,3%) dopo l‘avvio della processo volto all‘eventuale dismissione della partecipazione di Financière Tintoretto, controllata da Pai Partners, nel gruppo retail.

* Sale del 4,96% anche TREVI (TFI.MI). Banca Akros ha mantenuto il “buy” sul titolo, giudicando il titolo sottovalutato rispetto ai suoi“ pari”.

* Sul fronte dei ribassi, ZUCCHI (ZUCI.MI) cede il 2,85%. La società ha dato mandato all‘AD di convocare l‘assemblea straordinaria per l‘assunzione dei provvedimenti previsti dall‘articolo 2446 del Codice Civile, in cui si proporrà agli azionisti un aumento di capitale da 15 milioni di euro.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below