16 novembre 2010 / 08:27 / 7 anni fa

Borsa Milano parte in calo su timori Irlanda, Cina, giù banche

MILANO, 16 novembre (Reuters) - Piazza Affari parte negativa, come le altre borse europee, ancora sui timori per la situazione debitoria di alcuni paesi periferici della zona Ue, Irlanda e Portogallo su tutti.

Dall‘Asia continuano ad arrivare voci su una stretta monetaria in Cina, voci di cui ha fatto le spese la borsa di Shanghai, oggi ai minimi di un mese.

Nelle prime battute FTSE Mib .FTMIB e Allshare .FTITLMS cedono rispettivamente l‘1,04% e lo 0,96%, lo Star .FTSTAR lo 0,17%.

* Debole il settore bancario con perdite superiori all‘1% per POP MILANO PMII.MI e UNICREDIT (CRDI.MI).

* EXOR (EXOR.MI) è uno dei pochi titoli positivi, oggi promossa da Goldman che ha alzato il target price a 31,4 euro da 26,2, confermando il ‘buy’. FIAT FIA.MI, dopo il +3% di ieri, oggi sconta qualche realizzo.

* In forte calo LOTTOMATICA LTO.MI. Ieri la società ha annunciato i conti del terzo trimestre che si è chiuso con una perdita di 13,2 milioni e la cessione di una quota del Gratta & Vinci a UniCredit oltre a un piano di rifinanziamento.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below