12 novembre 2010 / 11:27 / tra 7 anni

Borsa Milano in lieve rialzo, rimbalzano bancari, giù Bulgari

MILANO, 12 novembre (Reuters) - Piazza Affari è in leggero rialzo a metà seduta, dopo l‘apertura in netto ribasso sui timori per l‘Irlanda e il recupero successivo innescato da ricoperture.

Il ministero delle Finanze irlandese ha smentito le voci in base alle quali sarebbe pronto un pacchetto di salvataggio preparato con i partner europei.

“E’ un mercato volatile”, dice un trader. “Ci sono ricoperture, soprattutto sui bancari in vista del fine settimana e dopo il netto ribasso dei primi scambi”.

Alle 12,50 l‘indice FTSE Mib .FTMIB sale dello 0,2%, l‘AllShare .FTITLMS dello 0,1% e il Mid Cap .FTITMC dello 0,37%. Volumi per 2,5 miliardi circa.

* Nel comparto bancario brillano BANCO POPOLARE BAPO.MI (+4%) e MONTE PASCHI (BMPS.MI) (+3%). INTESA (ISP.MI) positiva (+1,4%). UNICREDIT (CRDI.MI) (+1,9%) aiutata dall‘innalzamento del target price da parte di BofA a 2,5 euro.

* BULGARI BULG.MI è la peggiore dell‘indice principale con un calo di oltre il 3%, dopo una trimestrale più debole del previsto e dopo la mancata revisione al rialzo della guidance. L‘indice europeo di settore .DJLUX sale dello 0,3%. JP Morgan ha abbassato il giudizio a “underweight” e tagliato il prezzo obiettivo a 6,20 da 6,80 euro. “Ci aspettavamo di più e abbiamo avuto una sorta di doccia fredda dai risultati del terzo trimestre”, si legge in una nota, che parla di dati deludenti sia a livello di fatturato che di ebit. Nel terzo trimestre Bulgari “con una crescita organica delle vendite soltanto del 5% è rimasta ben indietro rispetto ai suoi concorrenti”, dice una nota di Evolution Securities, che conferma “sell” e alza il target a 6,10 da 5,40 euro. Credit Suisse mantiene “neutral”.

* MONDADORI (MOED.MI) è in deciso rialzo, sostenuta dai risultati e dall‘ottimismo sul ritorno al dividendo. Una nota di Mediobanca evidenzia i risultati sopra le attese e soprattutto la crescente fiducia sul ripristino della cedola dopo che ieri il CFO Carlo Maria Vismara ha detto che non vede ragione per non pagare un dividendo quest‘anno.

* PARMALAT (PLT.MI) in rialzo del 3% dopo i risultati, che evidenziano margine operativo lordo stabile e fatturato in rialzo del 9,5%. Il gruppo ha confermato le previsioni. Un trader parla di dati “solidi”.

* TOD‘S (TOD.MI) in calo del 3,7% dopo aver toccato ieri un massimo storico in seguito alla diffusione dei risultati.

* LAZIO (LAZI.MI) ancora venduta dopo aver perso il primato in classifica. Oggi è la peggiore del listino con -7,5%.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below