4 novembre 2010 / 12:42 / tra 7 anni

Borsa Milano mantiene rialzo su decisione Fed, spinti finanziari

MILANO, 4 novembre (Reuters) - A metà giornata Piazza Affari si mantiene in deciso rialzo, in sintonia con le altre borse europee: i mercati beneficiano dell‘annuncio - atteso - delle misure di stimolo all‘economia da parte della Fed, giunto ieri sera a borse chiuse.

“La decisione della Federal Reserve spinge i bancari e più in generale l‘indice” commenta un trader.

La corsa delle banche è comune a tutte le piazze eruopee, con lo stoxx di settore .SX7P che segna +2,4%. Rally anche del comparto costruzioni .SXOP e materie prime .SXPP.

Nel primo giorno di quotazione, ENEL GREEN POWER EGPW.MI cede a metà seduta il 3,7%.

Intorno alle 13,30 il FTSE Mib avanza dell‘1,76%, mentre il FTSEurofirst 300 sale dell‘1,52%. Il FTSE All Share guadagna l‘1,62% e l‘indice delle Mid Cap .FTITMC lo 0,7%. Volumi per 1,2 miliardi di euro circa.

* Corrono i bancari. Si mette in luce soprattutto UBI (UBI.MI), in rialzo del 3% circa, seguita a breve distanza da UNICREDIT (CRDI.MI), MONTE PASCHI (BMPS.MI) e INTESA SP (ISP.MI).

* In generale sono tonici tutti i finanziari, dal risparmio gestito agli assicurativi. Le migliori performance le registrano AZIMUT (AZMT.MI), che sale di quasi il 4%, e GENERALI (GASI.MI), poco sopra il 3%. Più sottotono FONDIARIA-SAI FOSA.MI e MILANO ASSICURAZIONI ADMI.MI (entrambe vicine a +0,4%), mentre va meglio PREMAFIN PRAI.MI. Il titolo della holding della famiglia Ligresti resta tuttavia sotto il prezzo dell‘aumento di capitale pensato per consentire l‘ingresso dei francesi di Groupama.

* Denaro su PIRELLI PECI.MI (+1,9%), che con il piano industriale 2011-2013 stima una crescita annua dei ricavi dell‘8%. Ieri la trimestrale ha mostrato un aumento di ricavi dei nove mesi del 18,9% e una perdita netta a 101,5 milioni, dopo l‘impatto negativo della separazione delle attività di Pirelli RE per 265,6 milioni. * I risultati invece trascinano al ribasso FINMECCANICA SIFI.MI (-2,1%), che ieri, a mercato chiuso, ha annunciato un utile netto dei primi nove mesi dell‘anno in calo dell‘11,8% e ricavi in crescita del 2,2%.

* Anche BULGARI BULG.MI è in territorio negativo.

* Continua il rally, partito ieri, dei cementieri, complice l‘odierna effervescenza del comparto costruzioni europeo .SXOP dove Heidelbergcement (HEIG.DE) festeggia la trimestrale: a Milano, BUZZI UNICEM (BZU.MI) balza oltre il 6%, ITALCEMENTI ITAI.MI guadagna il 2,5%, CEMENTIR (CEMI.MI)il 4,8%.

* Non arresta la corsa partita ieri FIAT FIA.MI, che sale di oltre due punti percentuali in tandem con EXOR (EXOR.MI).

* ENEL GREEN POWER EGPW.MI cede quasi il 4%. “Sono certamente gli istituzionali a vendere”, osserva un trader mentre altri, sul mercato, sostengono che sul titolo sono al lavoro i fondi hedge.

* ARENA ARENA.MI è temporaneamente sospesa dalle negoziazioni in attesa di comunicato. Prima di essere sospesa guadagnava oltre il 7%.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below