12 ottobre 2010 / 09:00 / 7 anni fa

Borsa Milano accentua calo, cade Premafin, bene Fiat, Unipol

MILANO, 12 ottobre (Reuters) - Piazza Affari estende il ribasso nella mattinata, in un mercato debole che corregge i recenti rialzi.

“La borsa scende dopo cinque sedute consecutive in rialzo, in modo molto composto”, dice un trader. “Se dovesse essere una semplice correzione, ben venga”.

Pesano il calo di Tokyo e le attese delle minute del comitato monetario della Fed che potrebbero rivelare posizioni contrastanti sull‘ipotesi di un ulteriore allentamento.

I verbali del comitato della banca centrale Usa saranno diffusi oggi alle 20 italiane.

Emergono acquisti su Fiat e Unipol. Per il resto mercato molto tecnico.

Alle 10,45 l‘indice FTSE MIb .FTMIB perde l‘1,29%, l‘Allshare .FTITLMS l‘1,21%. Volumi a 800 milioni.

* UNIPOL (UNPI.MI) in rialzo (+1,5%) in controtendenza rispetto all‘indice, perchè rimasto indietro in termini di valutazione dopo Fondiaria-Sai. “Il titolo è rimasto drammaticamente indietro”, dice un operatore. “Fondiaria, in una settimana, si è ripresa in modo eclatante. Certo bisogna fare dei distinguo, su Fondiaria ci sono ipotesi speculative. Però Unipol è rimasta molto ferma, una buona occasione nel settore”.

* FONDIARIA FOSA.MI perde il 2% dopo i recenti rialzi sugli acquisti di Vincent Bollorè nella controllante Premafin PRAI.MI. Secondo i giornali, Bollorè vuole arrivare a un pacchetto significativo in vista di una possibile cessione a un gruppo estero, in particolare a Groupama. Oggi un giornale parla di interesse di Mediobanca per il patrimonio immobiliare.

* Realizzi su PREMAFIN PRAI.MI che perde oltre il 4% dopo 5 sedute in netto rialzo.

* FIAT FIA.MI sale dell‘1%, in un mercato che acquista in vista dello spinoff e che ragiona sulla valutazione del titolo una volta realizzata l‘Ipo di Chrysler. In rialzo anche i titoli risparmio FIAn.MI e privilegio FIA_p.MI, dopo le indiscrezioni di stampa su una loro conversione, peraltro smentite da una fonte vicina al gruppo. “La valutazione di Fiat sale rapidamente ben sopra gli 11 euro se si considera un valore anche conservativo di Chrysler”, dice un trader. “Certo la riorganizzazione di Chrysler è una partita delicata, le incognite sono tante. Il mercato ha però fiducia nell‘AD”. Ieri un analista parlava di costruzione di posizioni lunghe in vista dello scorporo. L‘AD ha detto nei giorni scorsi che Fiat Industrial è aperta a qualunque alleanza strategica che rafforzi il business.

* Tra i bancari UNICREDIT (CRDI.MI) si muove in linea con l‘indice dopo le indiscrezioni sulla governance. BANCO POPOLARE perde il 2%.

* BULGARI BULG.MI perde lo 0,8% dopo il buon rialzo di ieri. Il mercato non ha cambiato l‘opinione positiva sulle società del lusso, meno esposte alla crisi e per le quali si prevede domanda in crescita dai paesi emergenti.

* Tra i minori AS Roma (ASR.MI) sale del 4,6% dopo le indiscrezioni sull‘avvio della procedura per la cessione della società. Secondo un giornale, l‘adviser sta inviando ai potenziali interessati la documentazione per presentare l‘offerta non vincolante.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below