4 ottobre 2010 / 15:56 / 7 anni fa

Borsa Milano in calo, peggio di Europa, male Mediaset

MILANO, 4 ottobre (Reuters) - Piazza Affari ha chiuso in ribasso, con perdite più accentuate rispetto alle altre borse europee.

I listini non hanno reagito alla pubblicazione dei dati macroeconomici Usa, che da un lato hanno mostrato un aumento delle vendite di case sopra le attese ad agosto, ma dall‘altro hanno fotografato ordini industriali in calo nello stesso mese.

“Il mercato è rimasto negativo, non ci sono stati spunti particolari” sottolinea un gestore.

L‘indice FTSE Mib .FTMIB ha chiuso in calo dell‘1,47%, mentre l‘indice europeo FTSEurofirst ha limitato le perdite allo 0,58%. L‘AllShare .FTITLMS ha lasciato sul terreno l‘1,36% e il Mid Cap .FTITMC lo 0,65%. Volumi per circa 2 miliardi di euro.

* MEDIASET (MS.MI) è in fondo al listino principale (-3,2%). Un trader cita un aggiornamento di Mediobanca che ha rimosso il titolo di Cologno Monzese dal suo “recommended portfolio”.

* In deciso ribasso FIAT FIA.MI (-2,6%), in linea con le perdite dello stoxx europeo del settore automotive .SXAP (-2,6%). Venerdì i dati sulle immatricolazioni di auto in Italia a settembre hanno evidenziato un calo per il gruppo torinese superiore al mercato.

* Pesante anche STM (STM.MI) (-3%).

* BUZZI BUZ.MI è il miglior titolo del paniere principale (+0,83): secondo un trader il titolo è sostenuto dalla promozione a “buy”, con target price di 10 euro, di Equita. ITALCEMENTI ITAI.MI cede lo 0,84%.

* Tra i bancari, male INTESA SANPAOLO (ISP.MI) (-2,3%) dopo essere stata tolta da BofA Merrill dalla lista dei “most preferred” tra le banche europee. Simmetricamente, ha chiuso in territorio positivo UBI (UBI.MI) (+0,5%), che è stata inserita dal broker nella lista dei “most preferred”.

* BANCO POPOLARE BAPO.MI perde l‘1,5% senza beneficiare della notizia, diffusa venerdì a borsa chiusa, della cessione della controllata Caripe a Banca Tercas per 228 milioni di euro.

* UNICREDIT (CRDI.MI), che da giovedì è guidata dal nuovo AD Federico Ghizzoni, è scesa dell‘1,3%.

* Positiva FONSAI FOSA.MI (+0,6%) in un mercato che attende novità sulla cessione del polo Liguria-Sasa.

Secondo il Sole 24 Ore questa settimana potrebbe essere cruciale e il prezzo si aggirerebbe intorno ai 300 milioni di euro, inferiore rispetto alle ipotesi iniziali di 350-400 milioni, ma superiore ad alcune stime di analisti.

* Tra i titoli minori, BIANCAMANO (BIAN.MI) è salita del 3% sulla notizia della vincita di due nuove gare di appalto per complessivi 80 milioni circa.

* EXPRIVIA (XPR.MI) ha guadagnato il 3,3% dopo l‘annuncio dell‘acquisizione del 51,12% della spagnola ProSAp.

* RISANAMENTO (RN.MI) ha ceduto l‘1,6% dopo il rinvio della vendita delll‘ex area Falck di Sesto San Giovanni.

* SS LAZIO (LAZI.MI) è salita del 16,1% dopo essere stata in asta di volatilità per gran parte della giornata. Il titolo ha beneficiato della vittoria di ieri e del primo posto in classifica in solitaria. Al contrario AS ROMA (ASR.MI) ha ceduto quasi il 3% dopo la sconfitta di ieri.

* DATALOGIC (DAL.MI) ha chiuso in territorio positivo (+0,56%) dopo aver annunciato che tornerà a distribuire un dividendo sul bilancio 2010 e che sta lavorando per concludere un‘acquisizione nel settore del factory automation.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below