14 settembre 2010 / 11:09 / 7 anni fa

Borsa Milano in lieve calo su prese beneficio e dati Zew

MILANO, 14 settembre (Reuters) - A metà giornata Piazza Affari è in lieve calo, sotto pressione per le prese di beneficio e per il dato sulla fiducia degli investitori tedeschi sotto le attese.

“Ci sono un po’ di prese di beneficio, dopo che ieri siamo saliti su una notizia (l‘accordo su Basilea III) più o meno risaputa” spiega una trader.

“Inoltre l‘indice Zew è sceso più del previsto” aggiunge, sottolineando che in generale non ci sono notizie che possano dare al mercato una direzione ben definita.

Intorno alle 13,00 l‘indice FTSE Mib .FTMIB cede lo 0,28%. L‘Allshare .FTITLMS perde lo 0,25% e il Mid Cap .FTITMC lo 0,04%.

* STM (STM.MI) guida i rialzi del listino principale, avanzando di circa l‘1,6%. Tonica anche TELECOM (TLIT.MI), che segna +1,4%.

* Continua ad avanzare FIAT FIA.MI(+1%), stabilmente sopra quota 10 euro “in attesa dello spinoff di giovedì” spiega un trader.

* Debole il settore bancario. L‘unico istituto del paniere principale in territorio positivo è POP MILANO PMII.MI (+0,5%). Perde invece oltre l‘1% UNICREDIT (CRDI.MI). INTESA (ISP.MI) cede lo 0,5%, UBI (UBI.MI) lo 0,7%. Lo stoxx europeo è piatto.

* Sotto pressione il settore energetico. ENI (ENI.MI) soffre il taglio del rating da parte dei broker, sottolinea una trader. Dopo essere stata downgradata ieri da Moody‘s, oggi è Ing ad abbassare il giudizio a “hold” da “buy”. Anche ENEL (ENEI.MI) viaggia in territorio negativo.

* In calo FONSAI FOSA.MI, peggior titolo del paniere principale (-1,5%).

* Balza AS ROMA (ASR.MI) (+5,4%) dopo l‘annuncio dell‘avvio della procedura di vendita. Una trader sottolinea che il titolo era già stato spinto verso l‘alto dalla notizia, apparsa sulla stampa russa, che Leonid Fedun, vicepresidente di Lukoil e proprietario dello Spartak, sarebbe interessato a una quota di controllo della società.

* Avanza RECORDATI (RECI.MI) (+1,4%). Jefferies ha avviato la copertura con “buy” e target price a 7,1 euro.

* SOPAF SPFI.MI riesce a fare prezzo e guadagna il 3%, dopo la forte volatilità della mattinata. E’ già stato scambiato l‘8,4% del capitale, con volumi 19 volte quelli medi giornalieri.

* Ancora in asta di volatilità CDC CDC.MI, che ora cede un teorico 3%.

* Sale ancora AICON BW1.MI (+1,8%). Ieri ha annunciato l‘accordo con una società egiziana, che le garantisce ordini per 5 milioni di euro. * DIGITAL BROS (DIB.MI) annulla i guadagni registrati sulla scia della trimestrale. * Corre STEFANEL (STEP.MI) (+7,2%), seguita da MERIDIANA MEF.MI.

* Cede quasi il 5% GABETTI (GABI.MI) dopo aver annunciato di aver firmato con le banche creditrici del gruppo un accordo modificativo dell‘accordo di ristrutturazione dei debiti, che prevede anche un aumento di capitale da 25 milioni.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below