7 settembre 2010 / 08:41 / 7 anni fa

Borsa Milano peggiora, in netto calo su banche dopo analisi Wsj

MILANO, 7 settembre (Reuters) - Le banche zavorrano Piazza Affari che scende in linea con gli altri mercati europei.

Intorno alle 10,40 l‘indice FTSE Mib .FTMIB cede l‘1,14%, l‘AllShare .FTITLMS l‘1% e il Mid Cap .FTITMC lo 0,97%.

L‘analisi del Wall Street Journal di oggi, secondo cui i recenti stress test condotti sulle maggiori banche europee hanno sottostimato l‘ammontare del debito potenzialmente rischioso nel portafoglio di alcuni istituti, stanno facendo scattare le vendite su tutto il comparto che in Europa perde circa l‘1%.

INTESA SP (ISP.MI) e UNICREDIT (CRDI.MI) in rosso fra l‘1,6 e l‘1,4%. Giù anche le popolari. “Direi che oggi prevalgono le vendite dopo l‘analisi del Wsj”, osserva una trader.

Virano in negativo anche gli energetici, mentre FIAT FIA.MI cede l‘1,8%.

Fra i minori sempre in luce AS ROMA (ASR.MI) in crescita del 0,8% in attesa di novità sul fonte della cessione del club romano. Strappa DADA (DA.MI) (+11,6%) dopo che oggi Rcs (RCSM.MI) (-1%) ha conferito un mandato esplorativo a un operatore finanziario per definire le attività non strategiche e valutare possibili opzioni di valorizzazione che potrebbero interessare anche la controllata Dada.

OLIDATA (OLI.MI) perde il 6,2% dopo che il revisore ha detto di non essere in grado di esprimersi sul bilancio semestrale.

Positiva FONDIARIA SAI FOSA.MI in crescita dell‘1,2% dopo che Banca Akros ha alzato la raccomandazione ad ACCUMULATE da HOLD.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below