2 settembre 2010 / 15:52 / tra 7 anni

Borsa Milano chiude in lieve rialzo, corrono Fiat e le banche

MILANO, 2 settembre (Reuters) - Chiusura in lieve rialzo a Piazza Affari in linea con l‘andamento del mercato Usa e in assenza di novità dalla riunione odierna della Bce che ha confermato i tassi di riferimento della zona euro all‘1% per il sedicesimo mese consecutivo.

“Dalla Bce non è venuta alcuna novità. Adesso i mercati attendono i dati Usa di domani sugli occupati non agricoli”, osserva un trader.

L‘indice FTSE Mib .FTMIB sale dello 0,21%, l‘AllShare .FTITLMS dello 0,17%. Il Mid Cap .FTITMC perde lo 0,03%. Volumi poco sopra 1,9 miliardi di euro nel finale.

* Un po’ di denaro sul comparto bancario a Milano, dopo la forza della vigilia, come dimostrano i guadagni nel paniere principale di MPS (BMPS.MI) (+3,17%), BANCO POPOLARE BAPO.MI (+1,32%), POP MILANO PMI.MI (+1%) e su altri finanziari. In Europa il comparto è piatto. Al palo le big INTESA SP (ISP.MI) be UNICREDIT (CRDI.MI).

* BUZZI UNICEM (BZU.MI) debole in borsa dopo il declassamento a “underperform” da parte di Exane Bnp Paribas. Il broker spiega nella nota di vedere una ripresa più forte per il settore costruzioni a partire dalla seconda metà del 2011. Forte rialzo, invece, per ITALCEMENTI ITAI.MI (+3,08%).

* Discorso a parte nel comparto costruzioni merita IMPREGILO IPGI.MI, in crescita del 2,9%. Gli operatori non vedono notizie particolari che possano condizionare il titolo oggi.

* FIAT FIA.MI, fra i migliori del listino, chiude in crescita del 2,59% a fronte di un comparto auto europeo in salita dell‘1,3%. I trader citano le posizioni corte sul titolo e la sottovalutazione di Fiat Auto una volta che l‘operazione di spinoff sarà realizzata. “A fare tornare gli acquisti sul titolo anche la sottovalutazione di circa il 15% del titolo Fiat Auto rispetto ai competitor una volta che lo spinoff della parte non auto sarà operativo il prossimo gennaio”, spiega un operatore.

* Debolezza su lusso e retail, come BULGARI BULG.MI (-0,33%), LUXOTTICA (LUX.MI) (-1,85%) e GEOX (GEO.MI) (-0,72%). In uno studio di oggi, Nomura dice di rimanere “neutral” sul comparto lusso europeo. “Ci aspettiamo un rallentamento nell‘importanza degli aumenti degli utili societari, che probabilmente dovrebbe limitare in maniera significativa l‘outperformance”.

* Venduti i telefonici anche in Europa: TELECOM ITALIA (TLIT.MI) dopo il +3% della vigilia cede l‘1,46%; FASTWEB FWB.MI -1,2% dopo il +18% della vigilia, in un mercato che continua a ragionare sulla possibilità di un delisting, dopo le affermazioni della controllante Swisscom SCMN.VX.

* Forte balzo di SEAT PGIT.MI in crescita del 5,02%.

* Senza grandi variazioni il settore energia, venduta AUTOGRILL (AGL.MI) (-1,48%).

* Fra i minori svettano BORGOSESIA (BRGI.MI) con un balzo del 13,53% e PININFARINA PNII.MI (+11,13%).

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below