30 agosto 2010 / 11:00 / tra 7 anni

Borsa Milano passa in negativo, scambi sottili, male Ubi

MILANO, 30 agosto (Reuters) - Piazza Affari ritraccia, portandosi sotto la parità. La chiusura di Londra per festività, unita al clima ancora estivo, assottiglia gli scambi.

“Siamo convinti che lo scetticismo sulla ripresa della spesa dei consumatori, osservata nei mercati finanziari, sia comprensibile”, commenta Ad Van Tiggelen, senior investment specialist di Ing Investment Management, riferendosi all‘andamento delle borse. Emerge sui mercati azionari “un rischio di ribasso (soprattutto per i ciclici) leggermente più alto del rischio di rialzo. In questo senso, il 2010 potrebbe essere percepito come un anno ‘perso’ per le azioni. Ma noi, nel lungo termine, continuiamo a pensare che i mercati emergenti e i titoli difensivi ad alto dividendo offrano buone opportunità di investimento”.

Attorno alle 12,55, l‘indice FTSE Mib .FTMIB perde lo 0,2% circa, così come l‘AllShare .FTITLMS, mentre il Mid Cap .FTITMC avanza dello 0,3% circa. Volumi per un controvalore di circa 500 milioni di euro.

* BANCO POPOLARE BAPO.MI migliore titolo del paniere principale, dopo aver archiviato la prima parte dell‘anno con un un utile netto in rialzo e superiore al consensus. I broker, peraltro, invitano alla cautela, ponendo l‘accento sull‘impatto delle poste straordinarie.

* In rosso, invece, UBI BANCA (UBI.MI): nel primo semestre ha registrato una flessione degli utili.

* Le altre banche si muovono in ordine sparso. MONTEPASCHI (BMPS.MI), in volo nella seduta precedente, arretra. Non si arresta la discesa di POPOLARE MILANO PMII.MI. Bene MEDIOLANUM MED.MI. UNICREDIT (CRDI.MI) negativa.

* In denaro CAMPARI (CPRI.MI), FONDIARIA-SAI FOSA.MI, A2A (A2.MI), CIR (CIRX.MI) e ATLANTIA (ATL.MI).

* Positiva FIAT FIA.MI. Nel comparto, fuori dal paniere principale, riprende la corsa di PININFARINA (PNNI.MI).

* Prese di beneficio su TELECOM ITALIA (TLIT.MI) e IMPREGILO IPGI.MI, protagoniste di rally venerdì scorso.

* In rosso AUTOGRILL (AGL.MI), TENARIS (TENR.MI), STMICROELECTRONICS (STM.MI) e PARMALAT (PLT.MI).

* Fra le small e mid cap, in asta di volatilità per eccesso di rialzo OLIDATA (OLI.MI), che venerdì ha annunciato i conti del semestre.

* ACTELIOS (AA4.MI) in evidenza dopo il via libera degli azionisti all‘incorporazione degli asset nell‘energia rinnovabile di Falck, con ridenominazione in Falck Renewables.

* Bene TELECOM ITALIA MEDIA TCM.MI: la settimana scorsa ha annunciato un accordo di partnership fra La7 e YouTube.

* Comprata SORIN SORN.MI: un settimanale ha rilanciato l‘interesse del private equity per il gruppo biomedicale.

* GRANITIFIANDRE GRAN.MI brilla dopo i conti semestrali: in un report dedicato ai risultati, Integrae conferma il rating “buy” e alza il target price a 6,3 da 5,8 euro. Banca Akros ESN ha ridotto l‘obiettivo di prezzo a 4,10 da 4,70 euro, confermando “buy”: il broker sottolinea l‘importanza della visibilità internazionale che deriverà dalla presenza all‘Expo di Shanghai.

* Fra i gruppi che hanno annunciato i risultati venerdì scorso, in denaro COBRA COBRA.MI e TISCALI (TIS.MI), mentre scendono ARKIMEDICA AKM.MI, KERSELF KRS.MI, EEMS (EEMS.MI), EUROTECH (E5T.MI), PIERREL (PRL.MI), MONTI ASCENSORI MSA.MI e MERIDIANA FLY MEF.MI.

* Giù TREVI (TFI.MI), punita dal mercato dopo i conti del semestre. In una breve nota, Santander sottolinea la discesa oltre le attese dei margini nel secondo trimestre. Banca Akros ESN conferma “buy”, ma taglia il target price a 13,8 da 15 euro.

* JUVENTUS (JUVE.MI) in calo dopo l‘esordio con sconfitta in campionato.

* Pesante MONDO HOME ENTERTAINMENT MHE.MI: la società di revisione non ha espresso un giudizio sulla semestrale.

* Cade RCF GROUP RCF.MI: Banca Akros ESN ha confermato “buy”, ma ha ridotto l‘obiettivo di prezzo a 1,10 da 1,30 euro.

* Debole SAVE SAVE.MI: secondo quanto si legge nella nota di un broker italiano, nella conference call di presentazione dei risultati semestrali, il management ha detto che non sta guardando ad alcuna operazione di M&A in particolare e che vede un Ebitda 2010 in crescita del 4-4,5%, in area 62-63 milioni.

* Corre EMAK (EM.MI): un settimanale ha riportato che il gruppo lancerà tredici nuovi prodotti nella seconda parte dell‘anno e che il management conferma la guidance sull‘anno.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below