27 agosto 2010 / 15:52 / 7 anni fa

Borsa Milano chiude in rialzo, bene Mps e Impregilo, giù Pop Mi

MILANO, 27 agosto (Reuters) - Piazza Affari archivia in rialzo una seduta nervosa, caratterizzata da numerose oscillazioni.

Dopo una mattinata incerta, il listino di Milano dapprima è scivolato, poi è risalito, quindi ridisceso al di sotto della parità, per recuperare nel finale e chiudere positivo.

A dettare il ritmo, sottolineano gli operatori, sono stati i risultati semestrali, che hanno parzialmente oscurato il dato sul Pil Usa nel secondo trimestre (migliore delle attese).

In chiusura, l‘indice FTSE Mib .FTMIB ha guadagnato lo 0,42%, l‘AllShare .FTITLMS lo 0,5% e il Mid Cap lo 0,73% .FTITMC. Volumi per un controvalore di circa 2,3 miliardi.

* MONTEPASCHI (BMPS.MI) in vetta al paniere principale (+5%), con scambi pari a oltre tre volte la media. Il mercato ha premiato i risultati semestrali, sebbene siano stati sostanzialmente in linea con le attese. Un trader, in effetti, ritiene che si tratti soprattutto “di ricoperture di posizioni short”, aggiungendo che “il Tier 1 è sempre debole” e “gli utili sono contenuti”.

* Accoglienza fredda, invece, per le semestrali di POP MILANO PMII.MI (-4,47%) e INTESA SANPAOLO (ISP.MI) (-1,95%). Pop Milano, secondo gli operatori, è stata bocciata perché i risultati sono inferiori alle attese. Più articolato il giudizio del mercato sul gruppo guidato da Corrado Passera: i trader puntano il dito soprattutto contro il peso crescente dell‘attività di corporate e investment banking e il ruolo giocato sui margini dalle poste straordinarie.

* In attesa dei risultati, che saranno comunicati oggi, UBI (UBI.MI) è avanzata dello 0,35% e BANCO POPOLARE BAPO.MI dello 0,17%. Peggio, nel settore, UNICREDIT (CRDI.MI): -0,37%.

* IMPREGILO IPGI.MI in volo dopo la semestrale: +4,54%. Gli operatori ritengono che, per quanto sostanzialmente in linea con le previsioni, i risultati evidenzino un mix dei margini sorprendente.

* Rally di TELECOM ITALIA (TLIT.MI) (+3,9%). Un trader attribuisce la performance (migliore rispetto a un paniere europeo delle tlc .SXKP comunque tonico: +2,33%) al dissequestro dei milioni bloccati dalla procura di Roma nell‘ambito dell‘indagine su Sparkle.

* Pesante STMICROLECTRONICS (STM.MI) (-3,41%): debole sin dalle prime battute, il produttore di chip è peggiorato dopo la revisione al ribasso delle previsioni sui ricavi del terzo trimestre di Intel (INTC.O).

* EXOR (EXOR.MI) è salita dell‘1,25% dopo la semestrale. La controllata FIAT FIA.MI ha accelerato nel finale: +0,97%.

* BULGARI BULG.MI positiva (+0,61%) nella giornata in cui Tiffany (TIF.N) ha alzato l‘outlook sull‘utile per azione 2010. Ne ha beneficiato DAMIANI (DMN.MI): +5,2%.

* Tra le small e mid cap, non si arresta la corsa, cominciata ieri, di ARKIMEDICA AKM.MI: +17,53%.

* Bene MONTEFIBRE MFBI.MI (+3,87%), CLASS EDITORI (CLED.MI) (+4,55%) ed EL.EN (ELEN.MI) (+4,93%) dopo i risultati.

* IWBANK IWBA.MI ha lasciato sul terreno il 6,91% dopo la semestrale.

* Prese di beneficio su due titoli protagonisti di balzi nelle precedenti sedute. INVESTIMENTI E SVILUPPO IES.MI, sotto aumento di capitale, ha ceduto il 26,03%. I diritti IES_r.MI sono scesi del 13,46%. OLIDATA (OLI.MI) a picco: -30,82%.

* Penalizzata ieri dopo la semestrale, IREN (IREE.MI) recupera qualcosa (+1,44%). Santander ha tagliato il target price a 2,27 da 2,49 euro, confermando il rating “buy”.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below