13 agosto 2010 / 10:38 / tra 7 anni

Borsa Milano in ribasso, cadono finanziari, tiene Ansaldo

MILANO, 12 agosto (Reuters) - Cambia il vento a Piazza Affari, dove gli indici passano in chiaro ribasso intorno a metà mattinata, dopo aver trascorso in moderato rialzo le prime fasi della seduta.

Il cambiamento accomuna la borsa milanese alle altre piazze europee, che pure avevano inizialmente tratto spunto dai dati sorprendentemente positivi sul pil di Francia e Germania.

“Difficile leggere i movimenti di una giornata come questa, soprattutto data la scarsità dell‘attività in generale”, commenta una trader. “Ovviamente c’è attesa per i dati che ancora devono arrivare dagli Stati Uniti, ultimamente poco incoraggianti”.

Intorno alle 12,30 l‘indice FTSE Mib .FTMIB perde l‘1,06%, l‘AllShare .FTITLMS lo 0,95% e il Mid Cap .FTITMC lo 0,43%. I volumi valgono quasi 800 milioni di euro. A Wall Street i futures, positivi nella prima mattinata europea, sono ora in lieve ribasso.

Tra i titoli in evidenza: * Resiste il rialzo di ANSALDO STS (STS.MI), ancora sopra al +3% all‘indomani dell‘aggiudicazione in consorzio di una commessa in Libia che vale per la società oltre 200 milioni di euro. “L‘entità della commessa è superiore a quanto si aspettavano gli analisti che seguono la società”, rivela una trader.

La controllante FINMECCANICA SIFI.MI è tra i pochi altri titoli del paniere principale che restano in positivo, a +0,4%.

* Perdono terreno rapidamente le banche, con UNICREDIT (CRDI.MI) che come nei giorni scorsi si conferma titolo peggiore del comparto e cede oltre il 2%. Vicina a un analogo ribasso INTESA SP (ISP.MI), superiori al punto percentuale anche i cali delle altre banche.

* Il clima negativo torna a punire UNIPOL (UNPI.MI), già ieri bersaglio degli investitori dopo le bocciature di alcuni broker. Il titolo cede il 2%.

* Simile il ribasso percentuale di un altro titolo in difficoltà nelle ultime sedute, quello di AZIMUT (AZMT.MI).

* Perde terreno ma contiene i danni FIAT FIA.MI a -0,3%.

* Fuori dal paniere principale, torna la corsa a OLIDATA (OLI.MI), in asta di volatilità con un teorico +13%. Riferendosi alle voci di mercato sul possibile buy-out da parte di Acer, una trader ipotizza che “qualcuno ci stia scommettendo, forse pensa che le smentite dei giorni scorsi non fossero delle vere smentite”.

* Corre PININFARINA (PNNI.MI), anch‘essa sospesa con un teorico +9,6%, mentre segna un -7,5% BORGOSESIA (BRGI.MI) dopo i risultati.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below