5 agosto 2010 / 16:02 / 7 anni fa

Borsa chiude in calo, pesano Telecom e Tenaris, corre Gas Plus

MILANO, 5 agosto (Reuters) - Il gelo riservato da Piazza Affari ai risultati di Tenaris e di Telecom Italia ha complicato una seduta difficile per la borsa italiana, complici anche i dati Usa poco incoraggianti sulla disoccupazione settimanale.

L‘indice FTSE Mib .FTMIB cede lo 0,76%, l‘AllShare .FTITLMS lo 0,69%, mentre il Mid Cap .FTITMC arretra dello 0,48%. Volumi per oltre 2 miliardi di euro nel finale.

* TENARIS (TENR.MI) lascia sul terreno il 5,05% a 15,03 euro dopo la semestrale chiusa con un utile netto in calo del 12% a 295 milioni di dollari. “I dati sono deludenti così come l‘outlook che non è cambiato”, osserva un trader.

* PESANTE TELECOM (TLIT.MI) che chiude in calo del 4,29% a 1 euro, dopo che aveva rotto nel durante questo importante livello al ribasso. Lo stoxx settoriale è in calo dello 0,6%. I risultati semestrali sono stati in linea con le attese del mercato, mentre il gruppo ha annunciato che rafforzerà la partnership in Sofora. Una trader parla del classico “sell on news”. Un altro sottolinea che il mercato si attendeva la cessione degli asset in Argentina, “anche se l‘impatto è comunque limitato”.

* Vendite anche sulle banche. UNICREDIT (CRDI.MI) cede l‘1,89% sempre penalizzata dalla trimestrale e dai numerosi tagli di raccomandazioni sul titolo dal parte dei broker. Giù anche INTESA SP (ISP.MI) (-1,34%), mentre MPS (BMPS.MI) è riuscita a chiudere in rialzo.

* Brilla PIRELLI PECI.MI, guadagna il 2,84% dopo che il competitor finlandese Nokian Renkaat (NRE1V.HE) ha annunciato risultati sopra le attese e alzato la guidance per l‘anno in corso.

* In deciso rialzo anche FIAT FIA.MI (+2,08% circa), in linea con l‘andamento positivo del settore a livello europeo .SXAP. Un trader cita la rottura di una resistenza importante e i “buy” di alcune sim italiane.

* Strappa GAS PLUS (GSP.MI) (+3,44%) sulla conferma, data da una fonte, che la società è vicina a rilevare alcuni asset da Eni in Italia per un importo intorno ai 600 milioni di euro.

* Nel settore dell‘energia, brilla EDISON EDN.MI con un balzo dell‘1,52% sull‘onda della possibile battaglia per il riassetto della società fra gli azionisti A2A ed Edf.

* Debole CAMPARI (CPRI.MI) (-1,83%), che soffre delle prese di profitto dopo i rialzi di ieri sulla scia della semestrale.

* IMPREGILO IPGI.MI e ASTALDI (AST.MI) toniche, dopo le notizie stampa apparse sulle grandi opere. I trader citano un disegno di legge che contiene norme per semplificare e accelerare le procedure.

* FONDIARIA SAI FOSA.MI, dopo i risultati e cede l‘1,15%, giù anche MILANO ADMI.MI (-7,10%) dopo il rosso registrato nel semestre.

* BREMBO (BRBI.MI) sale del 3,08% all‘indomani dei risultati che hanno mostrato un utile di 18,7 milioni nel primo semestre, dalla lieve perdita di un anno prima.

* K.R.ENERGY (KAIT.MI) guadagna il 4,6%. La società ha annunciato la proroga dell‘offerta di investimento di MT Holding. In rally dell‘11% OLIDATA (OLI.MI).

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below