3 agosto 2010 / 15:56 / 7 anni fa

Borsa Milano chiude poco mossa, pesante Unicredit, forte Fiat

MILANO, 3 agosto (Reuters) - Nonostante Unicredit e i dati macro Usa deludenti, Piazza Affari riesce a terminare la seduta senza grandi scossoni.

“Grazie al recupero di Wall Street nella seconda parte della seduta c’è stata una accelerazione dei volumi”, osserva una trader.

L‘indice FTSE Mib .FTMIB termina in calo dello 0,23%, l‘AllShare .FTITLMS dello 0,21%, Mid Cap .FTITMC in calo dello 0,26%. Volumi pari a 2,3 miliardi di euro nel finale.

* Molto tonica FIAT FIA.MI (+3,08%) in un mercato che ignora le negative immatricolazioni a luglio, già scontate, e guarda invece i numeri superiori alle attese di Bmw (BMWG.DE). Lo stoxx settoriale europeo avanza dell‘1,7%. Venduta la controllante EXOR (EXOR.MI) (-1,3%) che “aveva sovraperformato Fiat”, come spiega un trader.

* IMPREGILO IPGI.MI positiva (+0,24%) anche se rallenta dai massimi di sessione, aiutata, secondo un operatore, dalla notizia della proroga della scadenza del contratto di equity swap sulle azioni ordinarie. * GEOX (GEO.MI) in rialzo dello 0,86%, il titolo è stato promosso da Banca Akros a “accumulate”.

* Debolezza diffusa sull‘energia e il petrolio, come dimostrano l‘andamento di ENI (ENI.MI) piatta, A2A (A2.MI) (-0,76%), SAIPEM (SPMI.MI) (-0,63%), TERNA (TRN.MI) (-0,63%) e SNAM (SRG.MI) (-1,72%). Male anche MEDIASET MS.Mi in ribasso del 2,58%.

* Pesante UNICREDIT (CRDI.MI) che chiude in calo dell‘1,8%, ma sopra i minimi di seduta quando è arrivata a perdere anche il 3%, dopo i risultati del secondo trimestre che mostrano un utile netto ben sotto le stime degli analisti a 148 milioni di euro, in calo del 70% rispetto allo stesso periodo 2009. “Al mercato non sono piaciuti i dati sull‘utile. Inoltre ci sono anche questi accantonamenti per 1,71 miliardi”, osserva un trader.

* Vanno meglio le altre banche con INTESA SP (ISP.MI) in crescita dello 0,28% e MEDIOBANCA (MDBI.MI) dell‘1,13%. Centrobanca ha confermato la raccomandazione su Piazzetta Cuccia a “buy” con un prezzo obiettivo che sale a 7,80 euro da 6,80 euro precedente.

* ASTALDI (AST.MI) ha avuto una accelerazione +2,76% dopo i dati, da cui emerge un utile netto semestrale in rialzo del 15,3% a 31,1 milioni con un libro ordini a fine giugno di 9,1 miliardi.

* SAFILO (SFLG.MI) sale del 5,19% dopo i risultati, “numeri che lasciano spazio per un miglioramento delle stime sul 2010”, commenta un broker che conferma “buy”.

* Bene i telefonici, con TELECOM (TLIT.MI) in salita dell‘1,48% in vista dei conti giovedì prossimo. Oggi la controllata Tim Participacoes ha annunciato un utile netto in linea con le attese per il trimestre.

TISCALI (TIS.MI) in rialzo dell‘1,7% sulla notizia dei circa 24,6 milioni di euro che otterrà dal rilascio dell‘escrow account costituito all‘atto della cessione di Tiscali Uk a TalkTalk (TALK.L).

* Fra i minori vola RENO DE MEDICI (RDM.MI) con un balzo dell‘8,12% sul ritorno all‘utile nel semestre per 0,9 milioni dal rosso di 0,7 milioni registrato al 30 giugno 2009.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below