30 luglio 2010 / 08:54 / 7 anni fa

Borsa Milano accentua calo su realizzi, giù Bulgari, cementi

MILANO, 30 luglio (Reuters) - Piazza Affari perde ulteriormente quota e resta piuttosto volatile, oscillando fra il mezzo punto e il punto percentuale di ribasso a metà mattinata. La Borsa appare appesantita da qualche presa di beneficio in vista di un fine settimana che segna lo spartiacque fra il lungo rally delle ultime settimane e l‘avvio del mese più ‘vacanziero’ dell‘anno.

“Non parlerei di cambiamento di impostazione ma di gente che realizza i guadagni preparandosi in un mercato ormai ‘agostano’”, dice un trader. “Ma attenzione al pil americano, da lì può partire un movimento interessante se arrivassero sorprese”.

Poco prima delle 11,00 l‘indice FTSE Mib .FTMIB scambia in calo dello 0,74%, l‘AllShare .FTITLMS dello 0,75% e il Mid Cap .FTITMC dello 0,71%. Volumi sottili a meno di 600 milioni di euro.

Tra i titoli in evidenza:

* BULGARI BULG.MI resta intorno al 4,5% di ribasso. “Certamente per i risultati”, risponde un trader a una domanda sulle cause del calo. Uno studio di Kepler, nel definire l‘ebit del trimestre “sotto le nostre attese”, aggiunge che “il mercato potrebbe essere deluso dalla mancanza di belle sorprese”.

* ANSALDO STS (STS.MI), in rialzo oltre il 2% e miglior titolo nel paniere principale, è vista da un dealer in fase di rimbalzo dopo il crollo dei titolo nelle scorse sedute, a seguito della delusione per i risultati.

* Cede oltre il 2,5% ITALCEMENTI ITAI.MI, -2% BUZZI (BZU.MI) nel giorno in cui il leader mondiale dei cementieri, la francese Lafarge LAFP.MI taglia le proprie stime sulla domanda di cemento nel 2010 e annuncia un calo dei profitti nella prima metà dell‘anno.

* Bene anche EXOR (EXOR.MI), intorno all‘1% e LUXOTTICA (LUX.MI) con rialzi percentuali poco inferiori.

* ENEL (ENEI.MI) sale circa dell‘1%, all‘indomani di una trimestrale giudicata in modo largamente positivo. Kepler migliora le stime di Ebitda 2010 alla luce delle parole dell‘AD Fulvio Conti, che la vede “più vicina a 17 che a 16 miliardi di euro”, ma mette in dubbio la “qualità” della crescita dell‘utile semestrale oltre le stime.

* Prese di beneficio su TELECOM ITALIA (TLIT.MI), che cede oltre il 2,5%, e su PIRELLI PECI.MI a -2,3%.

* Tra le mid e small cap, balzo di PRAMAC PRAM.MI a +6,8% dopo l‘approvazione del piano a 4 anni.

* Bene all‘indomani dei risultati anche INTERMPUMP (ITPG.MI) e ZIGNAGO VETRO (ZV.MI), entrambe intorno al -2%.

* Tonica ASTALDI (AST.MI), la cui partecipata Metro 5 si è aggiudicata il contratto da 901 milioni di euro per l‘estensione della Linea 5 della metropolitana milanese.

* Calo di quasi il 4% per INDUSTRIA E INNOVAZIONE (IIND.MI) e RDB RDB.MI.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below