13 luglio 2010 / 09:18 / 7 anni fa

Borsa Milano in rialzo con Europa, acquisti su Fiat,Finmeccanica

MILANO, 13 luglio (Reuters) - Piazza Affari non si fa intimorire dalla notizia del downgrade del Portogallo e recupera posizioni dopo l‘incerto avvio in linea all‘andamento delle borse europee.

Sui mercati sembra prevalere la voglia di proseguire la fase di recupero anche se non è accompagnata da consistenti flussi di acquisti.

Continuano le ricoperture su alcuni titoli industriali, sopratutto quelli dei comparti più difensivi, mentre permane un po’ di nervosismo sui bancari, i più sensibili alle notizie sul debito dei paesi europei soprattutto in un momento in cui l‘attesa è concentrata sui prossimi risultati degli stress test.

“L‘impressione è che sui mercati prevalga comunque un sentiment positivo, vista anche la reazione alla notizia del downgrade del Portogallo, in una giornata partita con i cali delle borse asiatiche”, commenta un trader.

“Certamente è difficile trovare spunti di particolare interesse e i volumi continuano a rimanare molto leggeri. La voglia di salire c’è, ma di questo passo non si va molto lontano” prosegue.

Attorno alle 11,00 l‘indice FTSE Mib .FTMIB sale dello 0,89%, l‘AllShare .FTITLMS dello 0,83%, mentre il Mid Cap .FTITMC avanza dello 0,34%. Volumi per 680 milioni di euro circa.

* Interesse sul settore auto dove FIAT FIA.MI è tra i migliori titoli del FTSE Mib con un rialzo del 2%, in linea al comparto in Europa dopo che JP Morgan ha rivisto al rialzo i target price di alcune case produttrici sulla scia della crescita dei ricavi. Il mercato aspetta la prossima trimestrale del Lingotto del 21 luglio e intanto Ubs oggi ha tagliato il target price sul titolo a 10 da 11 euro mantenendo il giudizio “neutral”.

* Rialzi nell‘ordine di due punti percentuali anche per FINMECCANICA SIFI.MI. Secondo indiscrezioni stampa, il gruppo starebbe lavorando ad un accordo con Mittel (MTTI.MI) per la valorizzazione di un portafoglio di immobili, il cui valore sarebbe di oltre 1,5 miliardi di euro. Bene anche STM (STM.MI) e MEDIASET (MS.MI).

* PARMALAT (PLT.MI) rallenta e sale dello 0,8%. Secondo un trader “c’è interesse sul titolo ma più per i flussi che per notizie relative alla società. Probabilmente qualcuno si riposizione sull‘alimentare, considerato settore difensivo”. * Volatilità sui bancari con UBI (UBI.MI) e INTESA SANPAOLO (ISP.MI) le migliori del comparto con rialzi intorno all‘1,3%, mentre restano indietro MEDIOBANCA (MDBI.MI) e UNICREDIT (CRDI.MI).

“Tutto sommato il settore sta tenendo. Ci sono degli ordini in vendita se rimbalza”, commenta un trader.

* Positivi i petroliferi, comparto guidato in questi giorni dai movimenti di BP (BP.L) in forte rialzo stamani sulle speranze per il successo del nuovo ‘tappo’ che dovrebbe riuscire a contenere integralmente la fuoriuscita di greggio nel Golfo del Messico.

Il sentiment positivo sul settore, il cui indice Stoxx europeo .SXEP sale dell‘1,3%, è alimentato anche dalla major americana Chevron (CVX.N) che ha previsto risultati per il secondo trimestre superiori al primo grazie anche al miglioramento dei margini di raffinazione.

* Più trascurati gli assicurativi FONSAI FOSA.MI e UNIPOL (UNPI.MI) insieme all‘asset manager AZIMUT (AZMT.MI). Appena sopra la parità anche le utility TERNA (TRN.MI) e SNAM (SRG.MI).

* Tra i titoli a minore captalizzazione, non riesce a fare prezzo STEFANEL (STEP.MI) che prosegue la sua corsa, tra continue sospensioni al rialzo, dall‘avvio dell‘aumento di capitale.

* MOLMED (MLMD.MI) è in asta di volatilità con un teorico +12% circa.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below