12 luglio 2010 / 10:59 / 7 anni fa

Borsa Milano sotto parità dopo mattinata volatile, sale Fiat

MILANO, 12 luglio (Reuters) - Piazza Affari chiude una mattinata volatile in lieve flessione, appesantita dalla voglia di monetizzare i rialzi della scorsa settimana, soprattutto sui bancari, in un clima molto incerto sul piano economico internazionale.

Il clima poco ispirato coinvolge le principali borse europee, sebbene queste ultime riescano a registrare un andamento più stabile rispetto a quello degli indici milanesi.

“Giornata quanto mai volatile dati i volumi veramente bassi”, osserva un operatore. “Prevale la tendenza alle prese di beneficio, ma gli investitori grossi stanno a guardare”.

Intorno alle 13,00 l‘indice FTSE Mib .FTMIB è debole a -0,16%, l‘AllShare .FTITLMS a -0,15% e il Mid Cap .FTITMC a -0,14%. I volumi non arrivano a 700 milioni di euro.

I futures a Wall Street sono negativi.

* Tiene il rialzo vicino al 2% di FIAT FIA.MI, che prova a non lasciarsi sfuggire la soglia dei 9 euro, superando ampiamente la performance di un settore .SXAP che oggi è tra i più solidi a +0,5% e incassa i giudizi fortemente positivi di Citigroup in virtù delle robuste trimestrali e del legame vitale con i mercati emergenti. Un trader collega l‘andamento del Lingotto alle schiarite sul futuro dello stabilimento di Pomigliano.

* Realizzi sui titoli del comparto bancario, con le popolari maggiormente bersagliate a perdere oltre l‘1%. Più contenuti i cali di MEDIOBANCA (MDBI.MI), MONTEPASCHI (BMPS.MI), UBI (UBI.MI) e INTESA SP (ISP.MI), riesce a guadagnare leggermente UNICREDIT (CRDI.MI). Il settore .SX7P perde lo 0,5% in Europa.

* Allunga STM (STM.MI), che si riavvicina ai massimi di giornata oltre il +1% a dispetto del taglio di target price da parte di UniCredit.

* Cedono circa un punto percentuale A2A (A2.MI) e ITALCEMENTI ITAI.MI, si sgonfia e cala LOTTOMATICA LTO.MI, che era stata invece capace di salire oltre l‘1% prima di passare in negativo.

* Fuori dall‘indice FTSE Mib prosegue il periodo di sbalzi violenti di STEFANEL (STEP.MI) legato all‘attuazione dell‘aumento di capitale. Il titolo, anche oggi incapace di fare prezzo, è sospeso in asta di volatilità con un teorico +21%.

* In asta durante l‘aumento di capitale anche CERAMICHE RICCHETTI (RICC.MI) con un identico rialzo teorico (+21%).

* Cedono alcuni titoli legati alle energie rinnovabili, come KERSELF KRS.MI ed ERGYCAP (ECY.MI), resistono in positivo PRAMAC PRAM.MI e soprattutto ERG RENEW ENRT.MI.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below