8 luglio 2010 / 11:00 / 7 anni fa

Borsa Milano stabile su rialzi mattinata in attesa dati Usa

MILANO, 8 luglio (Reuters) - A Piazza Affari si viaggia a velocità di crociera in attesa di lumi dagli Stati Uniti, dove i dati sulle richieste di sussidi di disoccupazione alle 14,30 e l‘apertura di Wall Street un‘ora dopo potranno dare benzina per accelerare o raffreddare i motori della borsa milanese.

“Stiamo navigando a vista ormai da mesi, più che da settimane”, dice un trader. “Il mercato lo fanno i trader e ogni nuovo dato economico manda per aria tutto quanto visto fino a poco prima”.

Verso le 13,00 l‘indice FTSE Mib .FTMIB consolida i rialzi a +1,01%, l‘AllShare .FTITLMS a +0,92% mentre il Mid Cap .FTITMC è assolutamente piatto. I volumi valgono 1,3 miliardi di euro.

Tra i titoli in evidenza:

* MEDIASET (MS.MI) consolida i rialzi intorno al +4%. Un operatore cita l‘upgrade da parte di Rbs, che ne alza il rating da HOLD a BUY. Morgan Stanley ne lima invece il target price da 6,50 a 5,95 euro, un valore comunque superiore all‘attuale valore di mercato, pari a 4,7 euro circa.

* Si assestano i rialzi dei bancari, che continuano a beneficiare delle sensazioni positive sull‘esito degli stress test. “Dubitiamo che i test sarebbero annunciati se fossero tali da deludere il mercato”, dice uno studio di Credit Suisse. “Se le banche fallissero i test, l‘annuncio avverrebbe di sicuro contestualmente a una riorganizzazione o aumento di capitale programmato”.

Continua a svettare sul gruppo UBI (UBI.MI), che sfiora il +4%, solide ma decisamente staccate MONTEPASCHI (BMPS.MI), BANCO POPOLARE BAPO.MI e UNICREDIT (CRDI.MI) intorno al +1,5%, si affievolisce INTESA (ISP.MI) che scende sotto il punto percentuale.

* Emerge dal gruppo del paniere principale ITALCEMENTI ITAI.MI a +2,2%, perde slancio il rally di BULGARI BULG.MI, anch‘essa intorno al +2% dopo aver segnato un +4,4%.

* Robusti gli assicurativi, che resistono alle prospettive di tassazione aggiuntiva per il comparto contenute in un emendamento alla manovra: intorno al +1,4% GENERALI (GASI.MI) FONSAI FOSA.MI e l‘ex Unipol UPG (UNPI.MI). Poco sotto il punto percentuale MEDIOLANUM MED.MI.

* Ancora debole PRYSMIAN (PRY.MI), trascinata a -1,5% dalle prese di beneficio dopo aver corso molto negli ultimi due giorni. La affiancano nei ribassi PARMALAT (PLT.MI) e AUTOGRILL (AGL.MI).

* Continuano a non brillare le utilities, con TERNA (TRN.MI) lievemente negativa e A2A (A2.MI) e SNAM RETE GAS (SRG.MI) poco mosse.

* Tra le mid e small cap, ERGYCAP (ECY.MI) dà il cambio a RICHARD GINORI RG9.MI quale miglior titolo di Borsa, segnando un +12% mentre Richard Ginori si ridimensiona a +5,8% dopo avere segnato un +12,7% sulla forza degli ottimi risultati per il primo semestre.

* Bene anche STEFANEL (STEP.MI), euforica nei giorni scorsi in seguito all‘avvio dell‘aumento di capitale e oggi capace di aggiungere un ulteriore +4,2%.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below