5 luglio 2010 / 11:33 / tra 7 anni

Borsa Milano in ribasso, vendite su banche, bene Pirelli

MILANO, 5 luglio (Reuters) - Piazza Affari è ancora debole appesantita da un sentiment di mercato negativo e dal calo dei bancari sulle incertezze attorno agli stress test.

La piazza milanese è la peggiore tra le borse continentali, poco mosse, a causa del peso del settore bancario sugli indici borsistici, in una giornata che sarà priva della guida di Wall Street, chiusa per festività.

“Il sentiment continua ad essere ribassista, anche dal punto di vista tecnico i mercati sono su supporti importanti”, dice un operatore.

Attorno alle 13,20 il FTSE Mib .FTMIB cede lo 0,87%, l‘Allshare .FTITLMS lo 0,82% e il Mid Cap .FTITMC lo 0,69%. Volumi sottili, pari a 630 milioni di euro circa.

* Tra i bancari, i più colpiti dalle vendite sono POP MILANO PMII.MI, BANCO POPOLARE BAPO.MI, INTESA SANPAOLO (ISP.MI) con perdite attorno al 2% circa.

“La tensione è certamente dettata dall‘attesa sugli stress test che alimenta vendite speculative”, dice un trader.

“Non credo che dai test possano emergere problemi particolari. La situazione la conosciamo già e le difficoltà delle banche, primo fra tutti quello sulla qualità del credito, sono note. La situazione non è facile ma grazie anche all‘aiuto delle banche centrali ci sono gli strumementi per uscirne. In questo contesto c’è però chi prova a cavalcare il mercato vendendo i titoli del settore”, aggiunge.

* Nell‘energia e risorse di base proseguono i realizzi su TENARIS (TENR.MI) che cede il 2,4% in un settore europeo negativo dopo gli acquisti di venerdì. Debolezza diffusa sui petroliferi con SAIPEM (SPMI.MI) a -1,8% e ENI (ENI.MI) a -0,6%.

* Pochi gli spunti sul fronte dei rialzi: si distingue PIRELLI PECI.MI (+1,8%) che conferma il recupero di venerdì in un contesto positivo per il settore automotive. La tedesca Continental (CONG.DE) ha annunciato l‘emissione di un bond da almeno 500 milioni di euro citando il trend positivo del settore.

Rialzi di oltre un punto percentuale per STM (STM.MI) e AUTOGRILL (AGL.MI)

* I maggiori spunti positivi arrivano dai titoli a minore capitalizzazione: prosegue il denaro su AS ROMA (ASR.MI) (+4,5%) nella giornata che pare decisiva sull‘accordo per l‘estinzione del debito della controllante Italpetroli verso le banche, e che portrebbe portare al passaggio del club giallorosso nelle mani del creditore Unicredit che poi procederebbe alla vendita.

* Corrono TELECOM ITALIA MEDIA TCM.MI, in asta di volatilità con un teorico +10%, e YOOX YOOX.MI a +3,4%.

* Non riesce a fare prezzo STEFANEL (STEP.MI), in asta di volatilità con un +50% teorico nel giorno dell‘inizio dell‘aumento di capitale per il quale è stato perfezionato ieri il contratto di garanzia con le banche.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below