29 giugno 2010 / 16:00 / tra 7 anni

Borsa Milano chiude in calo oltre 4%, forti vendite su banche

MILANO, 29 giugno (Reuters) - In una seduta da dimenticare per le borse internazionali Piazza Affari lascia sul terreno oltre quattro punti percentuali zavorrata dai titoli bancari, che hanno un peso rilevante nell‘indice italiano.

A dettare il tono della seduta sui mercati europei sono stati i rinnovati timori sulla liquidità in vista della scadenza di rifinanziamento di giovedì - quando le banche dovranno ripagare 442 miliardi di euro alla Banca centrale europea - a cui si è aggiunto il nervosismo per gli scioperi in Grecia e Spagna, segnale di resistenza alle misure di austerità decise dai governi.

Wall Street ha poi reagito ai dati che hanno evidenziato una brusca flessione della fiducia dei consumatori a giugno per le preoccupazioni sul mercato del lavoro, trascinando ulteriormente in rosso anche l‘azionario del vecchio continente, con vendite diffuse su tutti i settori.

Il FTSE Mib .FTMIB chiude in calo del 4,44%, l‘Allshare .FTITLMS del 4,21% e il Mid Cap .FTITMC del 3,27%. Volumi nel finale per un controvalore intorno a 2,7 miliardi di euro.

L‘indice di riferimento europeo FTSEurofirst .FTEU3 arretra del 2,8% mentre a Wall Street gli indici scivolano di oltre due punti percentuali.

* I titoli bancari sono in deciso calo in tutta Europa, con il paniere di settore .SX7P in ribasso di oltre il 4%. A Milano INTESA SANPAOLO (ISP.MI), che risente anche del downgrade di Credit Suisse a “neutral” da “outperform”, affonda del 7,8%. POPOLARE MILANO PMII.MI perde il 6,3%, UNICREDIT (CRDI.MI), MPS (BMPS.MI), UBI (UBI.MI) e BANCO POPOLARE BAPO.MI tra il 5 e il 6%.

* In un settore auto europeo .SXAP in calo intorno al 4% FIAT FIA.MI scende di quasi il 6%. Tra gli industriali, ma fuori dall‘indice FTSE Mib, INDESIT IND.MI scivola di oltre il 7%.

* In forte lettera anche i media con MONDADORI (MOED.MI) e ESPRESSO ESPI.MI che cedono circa il 7%. Ribassi intorno al 3,7% per MEDIASET (MS.MI) e RCS (RCSM.MI) mentre IL SOLE 24 ORE (S24.MI) riesce a strappare un progresso superiore al 4%.

* Tra i settori più colpiti dalle vendite anche costruzioni e cemento con ribassi nell‘ordine del 5% per IMPREGILO IPGI.MI e ITALCEMENTI ITAI.MI.

* Nel paniere principale limita il ribasso entro l‘1% soltanto TERNA (TRN.MI). * Tra i titoli a minore capitalizzazione continua la corsa di ieri MARCOLIN MCL.MI (+4,4%). Pesantemente venduta invece MOLMED (MLMD.MI) con un -11,6%.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below