28 giugno 2010 / 16:06 / 7 anni fa

BORSA MILANO recupera nel finale, brillano Exor e Banco Popolare

MILANO, 28 giugno (Reuters) - Piazza Affari torna positiva nel finale, sulla scia di Wall Street e delle altre borse europee, in un mercato sottile.

“I volumi sono scarsi e il mercato è incerto” spiega un trader, sottolineando come i movimenti, quello al ribasso registrato a metà pomeriggio e il successivo recupero, hanno seguito sostanzialmente l‘andamento di Wall Street.

Sostengono il paniere principale il settore auto e la controllante di Fiat, Exor.

Il settore bancario muove in ordine sparso: al generale buon andamento, in linea con il comparto a livello europeo, si contrappone il calo di Intesa e Unicredit.

In chiusura il FTSE Mib .FTMIB guadagna lo 0,85%, l‘Allshare .FTITLMS lo 0,88% e il Mid Cap .FTITMC lo 0,98%. Volumi per circa 2,3 miliardi di euro.

* In spolvero BANCO POPOLARE BAPO.MI, che chiude in rialzo del 3,88% aiutato da SocGen, che ha avviato la copertura con giudizio “buy” e target price di 5,9 euro. L‘istituto “è una storia di ristrutturazione con un significativo upside potenziale”, si legge nella nota di ricerca.

* Nel settore bancario, in generale positivo, terminano la seduta in controtendenza INTESA (ISP.MI) (-0,43%) e UNICREDIT (CRDI.MI) (-0,21%). Secondo un operatore sono “solo ritracciamenti”. A livello europeo il settore .SX7P è avanzato di circa un punto percentuale.

* Tra i titoli in denaro, FIAT FIA.MI, in linea con il comparto .SXAP, e la controllante EXOR (EXOR.MI), miglior titolo del listino (+4,77%). “Era scontato già da venerdì che Fiat oggi sarebbe risalita”, spiega un operatore ricordando la flessione superiore al 2% di venerdì. Al rialzo del settore auto contribuisce anche PIRELLI PECI.MI, aiutata anche dalla prospettiva dello yuan forte.

* Forte la controllante del gruppo della Bicocca, CAMFIN CAMI.MI. Malacalza Investimenti ha sottoscritto un accordo quadro in base al quale acquisirà da Gpi, holding di controllo di Camfin, l‘8,6% di azioni e warrant Camfin e da Fratelli Puri Negri il 30,94% di Gpi.

* GEOX (GEO.MI) è salito del 3,47%. “Indicazioni sorpredentemente positive dalla raccolta ordini per la collezione autunno-inverno”, spiega un trader, ricordando le dichiarazioni rese ieri dal presidente e fondatore Mario Moretti Polegato al Sole 24 Ore.

* Tonica PRYSMIAN (PRY.MI), che chiude a +2,12%. In un‘intervista a Il Giornale, l‘AD Valerio Battista dice che la discesa registrata a inizio anno “sembra essersi fermata” e che nel secondo semestre vede “chiari segnali di ripresa”.

* In leggero calo MEDIASET (MS.MI). Sky Itaia ha annunciato oggi una riduzione del prezzo del suo pacchetto base premium del 26% e agevolazioni per l‘acquisto dei suoi decoder. “La mossa è un chiaro segnale di maggiore concorrenza sul mercato italiano della pay-tv. Non ci aspettiamo una riduzione del prezzo nel breve termine da parte di Mediaset”, si legge in un report di Banca Akros.

* BUZZI (BZU.MI) (+2,72%) approfitta dell’“outperform” assegnatole da Cheuvreux che prima aveva “underperform” sul titolo.

* Brillano MARCOLIN (MCL.MI), in rialzo di quasi l‘8%, IMMSI (IMSI.MI) e PIAGGIO (PIA.MI). In denaro anche CDC CDC.MI dopo che la società ha raggiunto un accordo stragiudiziale con il fisco per 15,25 milioni.

* In controtendenza MOLECULAR MED (MLMD.MI) che cede quasi il 7%.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below