21 giugno 2010 / 16:13 / tra 7 anni

Borsa Milano in rialzo nonostante cedole, bene Bulgari, Tenaris

MILANO, 21 giugno (Reuters) - Piazza Affari chiude in leggero rialzo al termine di una giornata che ha visto buoni guadagni su tutte le borse mondiali dopo la promessa della Cina di consentire allo yuan una maggiore flessibilità.

L‘indice principale della borsa milanese sconta tuttavia l‘effetto negativo dello stacco della cedola, pari a circa 0,5%-0,6%, per alcune società di grosso calibro come Enel (ENEI.MI), A2A (A2.MI), Tenaris (TENR.MI) e Terna (TRN.MI) e dell‘idebolimento di qualche bancario nel finale di seduta.

La mossa cinese, interpretata come un segnale di fiducia nell‘economia mondiale, ha offerto una boccata di ossigeno soprattutto a quelle società che da un più forte yuan possono guadagnare in termini di maggiore competitività sui mercati asiatici come auto e lusso.

“A Milano pesa parzialmente lo stacco dei dividendi, ma è stata una giornata serena. Qualche bancario è penalizzato da profit taking dopo i recenti guadagni”, commenta un trader.

L‘indice FTSE Mib .FTMIB termina la seduta in rialzo dello 0,28%, l‘AllShare .FTITLMS della 0,23% mentre il MidCap .FTITMC cede lo 0,69%. Volumi per circa 2,3 miliardi di euro.

* La maglia rosa del listino principale spetta a BULGARI BULG.MI in rialzo del 3,48% in sintonia con altri titoli del lusso europeo che hanno l‘Asia come un mercato chiave e potrebbero beneficiare di un apprezzamento dello yuan.

* Balza TENARIS (TENR.MI) (+3,15%), pur scontando l‘effetto cedola, in un comparto europeo dei titoli legati alle materie prime particolarmente tonico sulle speranze che una valuta cinese più flessibile aumenterà la domanda interna in Cina. L‘indice Stoxx europeo del settore guadagna oltre il 4%.

* MEDIASET (MS.MI) sale del 2,8% circa beneficiando della promozione a a “buy” da parte di Citigroup. Gli acquisti premiano anche L‘ESPRESSO ESPI.MI, +6,2%, promosso da Citi a “hold”. L‘interesse sul settore editoriale coinvolge anche RCS (RCSM.MI) a (+3,6%) e la più piccola SOLE 24 ORE (S24.MI) (+6%).

* Tonico il comparto del cemento con ITALCEMENTI ITAI.MI a +2,5% e BUZZI (BZU.MI) a +1,7% mentre un operatore cita il settore delle costruzioni come uno dei più ciclici “e quindi tra i primi a ripartire quando c’è ottimismo sul mercato”. A livello europeo il comparto .SXOP guadagna l‘1,3%.

* SAIPEM (SPMI.MI) avanza di oltre il 2%, che va ad aggiungersi al +2% di venerdì seguito all‘annuncio di un contratto onshore da 900 milioni di dollari in Kuwait.

* In un contesto positivo per i costruttori di auto europei sulle attese di benefici sull‘export legati alla mossa cinese, FIAT FIA.MI brilla con un +1,75%. Sul fronte più strettamente aziendale si attende per domani il referendum a Pomigliano con cui i circa 5.000 lavoratori dello stabilimento campano dovranno esprimersi sul recente accordo separato.

* A sostenere l‘indice sono anche anche titoli industriali come PRYSMIAN (PRY.MI) (+1,9%), ANSALDO (STS.MI) (+1,6%) e PIRELLI PECI.MI (+1,5%).

* Misto il panorama dei bancari con UNICREDIT (CRDI.MI) e UBI (CRDI.MI) che riescono a chiudere in positivo con rialzi dello 0,8% circa, mentre sono pesanti POP MILANO PMII.MI e BANCO POPOLARE BAPO.MI con perdite rispettivamente dell‘1,6% e 1,3%.

Secondo uno studio di Citigroup, che taglia vari target price, gli istituti italiani non sembrano sotto pressione dal punto di vista della raccolta grazie agli elevati depositi retail e alla possibilità di switch tra depositi indiretti e diretti.

* Sempre tra i finanziari UNIPOL (UNPI.MI) cede l‘1,19% a 0,624 euro nel giorno dell‘avvio dell‘aumento di capitale, con i diritti UNPI_r.MI in calo dell‘1,36% a 0,0799 euro. In altri comparti A2A (A2.MI) termina in calo del 2,2% nel giorno dello stacco del dividendo.

* Tra i titoli minori FIERA MILANO (FIMI.MI) balza di oltre il 14%, ISAGRO (IGS.MI) di quasi il 9%, mentre ZUCCHI (ZUCI.MI) guadagna oltre il 5% dopo che il portiere della Juventus e della Nazionale italiana Gianluigi Buffon ha ribadito la sua fiducia nella società.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below