21 giugno 2010 / 09:17 / 7 anni fa

Borsa Milano prosegue positiva, brilla Mediaset su upgrade Citi

MILANO, 21 giugno (Reuters) - Piazza Affari intorno a metà mattinata conferma il segno ampiamente positivo, anche se ritraccia dai massimi segnati nelle prime battute.

Il clima su tutti i mercati internazionali è rasserenato dall‘impegno della Cina a rendere lo yuan più flessibile, mossa interpretata come un segnale di fiducia nell‘economia mondiale.

“La borsa è partita bene sulla storia della valuta cinese, c’è una maggiore tranquillità che aiuta anche molti titoli bancari, ma l‘attività in generale resta piuttosto ridotta”, commenta un operatore.

Intorno alle 11,00 l‘indice FTSE Mib .FTMIB sale dello 0,81%, ma risente per circa lo 0,5-0,6% dello stacco della cedola di alcune grosse società come Enel (ENEI.MI), A2A (A2.MI), Tenaris (TENR.MI) e Terna (TRN.MI). L‘AllShare .FTITLMS guadagna lo 0,75% mentre il MidCap .FTITMC è piatto. Volumi per circa 800 milioni di euro.

In Europa il benchmark FTSEurofirst 300 .FTEU3 segna un progresso intorno all‘1,4%.

* MEDIASET (MS.MI) svetta con un +2,8% dopo la promozione a “buy” da parte di Citigroup. Gli acquisti premiano anche altri editoriali come L‘ESPRESSO ESPI.MI, +3,6%, promosso da Citi a “hold” da “sell”, e CAIRO (CAI.MI), +2,4%.

* SAIPEM (SPMI.MI) guadagna il 2,5%, che va ad aggiungersi al +2% circa di venerdì seguito all‘annuncio di un contratto onshore da 900 milioni di dollari in Kuwait e a un upgrade di target price da parte di Morgan Stanley.

* In progresso del 2,3% FIAT FIA.MI all‘interno di un comparto europeo particolarmente tonico, con l‘indice di settore .SXAP in rialzo del 3%.

* Tra i bancari i big INTESA SANPAOLO (ISP.MI) e UNICREDIT (CRDI.MI) salgono rispettivamente dell‘1 e dell‘1,8%. Secondo uno studio di Citigroup, che taglia vari target price, gli istituti italiani non sembrano sotto pressione dal punto di vista della raccolta grazie agli elevati depositi retail e alla possibilità di switch tra depositi indiretti e diretti.

* Tranquilla TELECOM ITALIA (TLIT.MI) che avanza dello 0,9%. I vincoli all‘azione in Telecom Argentina (TEC2.BA) in materia di diritti di voto e call option restano efficaci nonostante le recenti decisioni giudiziali, ha detto la società.

* TENARIS (TENR.MI) sale del 2,3% con gli analisti che citano i possibili effetti positivi di una maggiore flessibilità della moneta cinese sui titoli dell‘acciaio.

* Nel settore del lusso BULGARI BULG.MI mette a segno un progresso del 2,4% mentre LUXOTTICA (LUX.MI) guadagna lo 0,7%. Nomura in uno studio conferma il giudizio “neutral” su Luxottica ritenendo adeguata la valutazione del titolo, ma sottolinea che ulteriori apprezzamenti del cross dollaro/euro continuerebbero a sostenere le azioni.

* Nel paniere principale i due unici segni negativi sono quelli di A2A (A2.MI) e UNIPOL (UNPI.MI). Per quest‘ultima (-0,9%) parte oggi l‘aumento di capitale, con i diritti UNPI_r.MI in calo del 6,5%.

* Fuori dal FTSE Mib FIERA MILANO (FIMI.MI) balza del 14% circa.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below