10 giugno 2010 / 15:51 / 7 anni fa

Borsa Milano chiude forte, rally di banche e rinnovabili

MILANO, 10 giugno (Reuters) - Chiusura a gonfie vele a Piazza Affari, sostenuta dai titoli bancari e da quelli del settore auto.

“E’ un rimbalzo tecnico con forti vilumi sui derivati in una situazione macro più tranquilla”, commenta un trader, sottolineando che si vede “un lieve miglioramento del sentiment degli investitori sui problemi debito dell‘area euro”.

L‘indice FTSE Mib .FTMIB avanza del 2,53%, l‘AllShare .FTITLMS del 2,4% e il MidCap .FTITMC dell‘1,96%. Volumi pari a 3,8 miliardi di euro nel finale.

* Tonico il settore auto, con PIRELLI PECI.MI che sale del 3,07% e FIAT FIA.MI del 3,72%. Lo stoxx europeo .SXAP guadagna il 3% circa. In deciso rialzo anche la controllante della casa automobilistica torinese EXOR (EXOR.MI), che oggi ha annunciato un accordo per fare private equity in Asia.

* Avanza del 3,57% AUTOGRILL (AGL.MI). Secondo un trader il titolo, tonico da diverse sedute, beneficia di “un po’ di ripresa sui ciclici”, ma anche degli ultimi dati Iata sul traffico aereo e dell‘arrivo dell‘estate e il conseguemente aumento degli spostamenti. Anche ATLANTIA (ATL.MI) registra un buon rialzo, pario al 3,08%.

* Fra i bancari svetta su tutti BANCO POPOLARE BAPO.MI con un balzo del 5,07% “sulle voci di una cessione a breve della Cassa di risparmio di Pescara” (ufficialmente in vendita) sottolinea un trader. Bene anche le altre banche, come INTESA SP (ISP.MI) (+4,57%) e UNICREDIT <CRDI:MI> (+4,07%).

* ENI (ENI.MI) recupera nel finale una seduta difficile a seguito del crollo di BP (BP.L) per i noti fatti ambientali nel Golfo del Messico. Il titolo chiude in rialzo dello 0,59%, mentre lo stoxx europeo .SXEP cede circa l‘1%. BP lascia sul terreno un altro 6,6% alla Borsa di Londra.

* Tra i titoli a minore capitalizzazione, molto bene INTERPUMP (ITPG.MI) (+7,8%) dopo aver annunciato una crescita dei ricavi nei primi cinque mesi dell‘anno. * Rally di ARKIMEDICA AKM.MI con un rialzo del 5,90%. Il Sole 24 ore di oggi scrive che la società punta a vendere Deltamed per 45-50 milioni. In una nota la società precisa che questa cifra, indicata come “prezzo equo” per la cessione, si riferisce a valutazioni fatte sulla base delle offerte non vincolanti ricevute da potenziali acquirenti.

* RISANAMENTO (RN.MI) guadagna l‘11,79%. Secondo un quotidiano, l‘area Falck dovrebbe essere ceduta domani dal Cda a un prezzo di 400-410 milioni. Per domani la società ha convocato un cda.

* Forti rialzi anche oggi perr i ieri i titoli del settore delle energie rinnovabili in vista del via libera al nuovo conto energia, atteso per il 17 di giugno prossimo. Brilla in particolare K.R.ENERGY (KAIT.MI) con un balzo del 17,7% a 0,73 euro. Ben comprate anche KERSELF KRS.MI (+6,58%) e GREENVISION AMBIENTE VISA.MI (+5,8%).

* Prese di beneficio su ESPRESSO ESPI.MI (-0,69%) dopo il rally di ieri, mentre oggi è la volta di MEDIASET (MS.MI) in salita del 4,7%.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below