25 maggio 2010 / 08:54 / tra 8 anni

Borsa Milano cade con Europa, Unicredit, Intesa, Pirelli a -5%

MILANO, 25 maggio (Reuters) - Giornata di sofferenza a Piazza Affari, vittima come le altre borse europee di una crisi dei mercati finanziari che, sottolineano dalle sale operative, ormai sfugge a qualsiasi tentativo di interpretazione alla luce dell‘andamento dell‘economia reale e delle prospettive di ripresa economica.

“A livello episodico, ci sono notizie sul fronte economico che portano nuova incertezza nei mercati”, commenta un trader. “Ma per spiegare settimane di ribassi pesanti bisogna prendere atto del fatto che in questa fase il trend di borsa è dettato da operazioni puramente finanziarie”.

Impressioni cui si aggiungono quelle di un altro operatore, secondo cui “le transazioni di queste settimane nascono nel mercato dei derivati, di cash si muove poco. Il mercato è in balia di operazioni che una volta erano prerogativa degli hedge fund ma oggi sono effettuate da grandi banche e fondi tradizionali”.

Poco prima delle 11,00 l‘indice FTSE Mib .FTMIB cede il 3,4%. L‘AllShare .FTITLMS è in calo del 3,2% mentre il MidCap .FTITMC perde il 2,4%. Volumi per 2,8 miliardi di euro.

* Nessun titolo resta a galla nel paniere principale. Colpite pesantemente le banche, con i quasi 5 punti percentuali lasciati sul terreno da UNICREDIT (CRDI.MI) e INTESA SP (ISP.MI). Il titolo di Ca’ de Sass scende sotto quota 2 euro. Tra il 3,5 e il 4% il calo degli altri titoli del settore, in linea con l‘andamento a livello europeo .SX7P che vede un calo del 4%.

“Con il caso-CajaSur in Spagna, i primi titoli a soffrire sono i bancari”, spiega un trader. “Ma più che un collegamento razionale, vedo una tendenza d‘impulso”.

* Pesanti con perdite di oltre il 5% anche PIRELLI PECI.MI e SAIPEM (SPMI.MI), poco inferiori altri titoli industriali come FIAT FIA.MI e TENARIS (TENR.MI).

* Cade intorno al 5% anche BUZZI UNICEM (BZU.MI), mentre è del 3% il calo di ITALCEMENTI ITAI.MI.

* Limitano le perdite a un punto percentuale i titoli più difensivi come le utilities TERNA (TRN.MI), SNAM RETE GAS (SRG.MI), A2A (A2.MI).

* Cali nell‘ordine del 6-8% per una folta schiera di Mid e Small Cap, tra cui DMAIL DMA.MI, EEMS (EEMS.MI), TISCALI (TIS.MI), LA DORIA (LDO.MI), MAIRE TECNIMONT (MTCM.MI), EXPRIVIA (XPR.MI), DIGITAL MT DMT.MI.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below