20 maggio 2010 / 15:55 / tra 8 anni

Borsa Milano chiude sopra minimi ma negativa, male banche, Fiat

MILANO, 20 maggio (Reuters) - Piazza Affari chiude decisamente sopra i minimi di seduta ma comunque in forte calo, dopo essere passata improvvisamente in negativo a metà giornata.

Sui listini hanno pesato i timori che altri stati intraprendano misure analoghe a quelle della Germania sul divieto delle vendite allo scoperto, ma anche l‘andamento negativo di Wall Street.

“Il ribasso di oggi può essere stato determinato da voci, non confermate, che altri stati blocchino le vendite allo scoperto sulla scia della Germania”, spiega una trader, sottolineando che ha pesato anche il deciso calo di Wall Street.

L‘indice FTSE Mib .FTMIB ha chiuso in calo dell‘1,69% - ma in seduta è arrivato a perdere oltre il 3,5% -, l‘AllShare .FTITLMS dell‘1,74% mentre il MidCap .FTITMC dell‘1,4%. Volumi per 4,64 miliardi di euro circa.

* Limita le perdite parte del settore assicurativo, con UNIPOL (UNPI.MI) e FONSAI FOSA.MI unici titoli positivi del listino principale. GENERALI (GASI.MI) e MEDIOLANUM MED.MI archiviano invece la seduta con perdite intorno al‘1,5%. Lo stoxx europeo di settore .SXIP è tra i meno colpiti dal ribasso generalizzato, ed è in discesa dell‘1,55%.

* Il settore bancario è debole, UNICREDIT (CRDI.MI) e BANCO POPOLARE BAPO.MI hanno registrato le maggiori perdite, seguite a breve distanza da INTESA SANPAOLO (ISP.MI) e POP MILANO PMII.MI. In controtendenza MEDIOBANCA (MDBI.MI), in rialzo di oltre 1%, mentre UBI (UBI.MI) limita il calo all‘1,2%, beneficiando, soprattutto nella prima parte, dell‘accordo con i sindacati sulla riduzione dell‘organico.

* In calo anche FIAT FIA.MI, vittima dei realizzi dopo i maggiori rialzi della mattinata, alimentati dalla promozione di Rbs a “buy”. Cede nel pomeriggio anche EXOR (EXOR.MI).

* ENI (ENI.MI) va meglio dell‘indice e dello stoxx europeo di settore .SXOP ma è comunque negativa. Il titolo stamane non aveva risentito del taglio del rating da parte di Standard & Poor’s per l‘aumento del livello di debito della compagnia petrolifera. Nomura stima che la decisione dell‘agenzia di rating comporterà un aumento di circa 15-20 punti base del costo del debito.

* Tra le poche note liete, fuori dal paniere principale BEE TEAM (BET.MI) balza di quasi il 3% dopo l‘annuncio del contratto con Fideuram Vita per la forniture di servizi di outsourcing informatico per la gestione del ramo vita della compagnia dal valore di circa 9,4 milioni di euro.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below