20 maggio 2010 / 11:19 / 8 anni fa

Borsa Milano ritraccia su realizzi, tengono assicurativi

MILANO, 20 maggio (Reuters) - A Piazza Affari, al giro di boa di metà seduta si sgonfia il rimbalzo delle prime ore di contrattazioni in un mercato cauto che sfrutta ogni movimento di di recupero per realizzare i profitti.

Gli operatori sottolineano la fragilità del mercato e le continue tensioni, mentre i futures su Wall Street preannunciano un avvio dei seduta debole. La borsa milanese, insieme a quella spagnola, è l‘unica piazza europea a rimanere in territorio positivo.

“Basta il minimo rialzo per passare all‘incasso. Non c’è fiducia né la voglia di guardare al medio-lungo periodo, ci sono ancora troppe paure e spauracchi” dice un trader.

“Domani è venerdì e ci potranno essere le solite vendite da week-end, basta poi qualche dato economico interpretato negativamente che si va subito giù bruciando ulteriore liquidità”, aggiunge.

Alle 13,00 l‘indice FTSE Mib .FTMIB segna un rialzo dello 0,38%, l‘AllShare .FTITLMS dello 0,39% mentre il MidCap .FTITMC avanza dello 0,5%. Volumi per 2 miliardi di euro circa.

L‘indice paneuropeo STOXX 600 cede lo 0,43%.

* La borsa milanese è ancora sostenuta dagli assicurativi e bancari: tra i primi UNIPOL (UNPI.MI) e FONSAI FSOA.MI salgono rispettivamente del 3,3% e del 2,6%, mentre nel comparto bancario UNICREDIT (CRDI.MI), INTESA SANPAOLO (ISP.MI) e MPS (BMPS.MI) riducono i guadagni ad un punto percentale circa.

* Corregge anche FIAT FIA.MI (+0,29%) vittima dei realizzi dopo i maggiori rialzi della mattinata alimentati dalla promozione di Rbs a “buy”. Rimane più tonica EXOR (EXOR.MI) a +1,24%

* Tiene bene ENI (ENI.MI) (+0,4%) che non risente del taglio del rating da parte di Standard & Poor’s per l‘aumento del livello di debito della compagnia petrolifera. Nomura stima che la decisione dell‘agenzia di rating comporterà un aumento di circa 15-20 punti base del costo del debito.

In un settore Oil&Gas europeo positivo (Stoxx +0,3%) fa meglio SAIPEM (SPMI.MI) in rialzo dell‘1,4%.

* Si allunga la schiera dei ribassi che vede BUZZI BZU.MNI e ANSALDO (STS.MI) le più penalizzate con cali di oltre il 2%.

* Trascurati gli energetici che ieri avevano resistito all‘ondata di vendite sulla borsa come SNAM (SRG.MI) e TERNA (TRN.MI).

* Fuori dal paniere principale BEE TEAM (BET.MI) balza del 6,7% dopo l‘annuncio del contratto con Fideuram Vita per la forniture di servizi di outsourcing informatico per la gestione del ramo vita della compagnia dal valore di circa 9,4 milioni di euro. Forti AS ROMA (ASR.MI) e PIAGGIO (PIA.MI) sopra il +4%.

* Al contrario cedono oltre quattro punti percentuali DMT DMT.MI e BIALETTI (BIA.MI)

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below