18 maggio 2010 / 15:55 / 7 anni fa

Borsa Milano chiude in rialzo, bene Prysmian e Azimut

MILANO, 18 maggio (Reuters) - Piazza Affari ha chiuso in rialzo di quasi due punti percentuali, rimbalzando dalle perdite della scorsa settimana.

La borsa milanese ha sovraperformato rispetto alle altre piazze europee (il listino Ftseurofirst che non è andato oltre l‘1,3%), grazie al buon andamento del settore bancario.

Tra i trader c’è chi sottolinea come gli investitori guardino con maggiore ottimismo al perfezionamento del piano anti-crisi delineato dai paesi dell‘area euro e chi invece riconduce i guadagni a un rimbalzo essenzialmente tecnico.

“Sono recuperi tecnici dopo le perdite dei giorni scorsi” sottolinea un trader.

“A livello di Eurogruppo si discute sui dettagli per il piano anti-crisi ma mi sembra che ormai la strada sia segnata e i mercati si rilassano”, aveva commentato in precedenza un altro analista.

I rialzi coinvolgono tutti i settori, la discriminante di maggiori o minori guadagni sembra piuttosto essere l‘andamento registrato dai titoli nelle precedenti sedute.

“Rimbalzano soprattutto i titoli che sono stati penalizzati nei giorni scorsi” sottolinea un trader.

L‘indice FTSE Mib .FTMIB ha chiuso in rialzo del 2,46%, l‘AllShare .FTITLMS del 2,32%, mentre il MidCap .FTITMC avanza dell‘1,22%. Sono stati registrati volumi per un controvalore di 4,7 miliardi di euro.

* Sul listino principale, maglia rosa per PRYSMIAN (PRY.MI), che mette a segno +4,78%. “Era rimasta molto indietro” sottolinea un trader.

* Rimbalza anche AZIMUT (AZMT.MI) (+4,13%), dopo la brutta performance di ieri. Un trader cita una limatura del target price da parte di un broker italiano per incorporare la recente correzione del mercato, ma sottolinea la conferma del giudizio positivo sul titolo.

* ANSALDO STS (STS.MI) chiude tonica, ma lontana dai massimi raggiunti durante la seduta sulla promozione di SocGen a “hold” da “sell” con un target price limato a 13,1 da 13,5 euro.

* UNICREDIT (CRDI.MI) registra i maggiori guadagni all‘interno di un settore bancario tonico, avanzando del 3,14%. Seguono a poca distanza MPS (BMPS.MI), MEDIOBANCA (MDBI.MI), UBI (UBI.MI) e INTESA SANPAOLO (ISP.MI), tutte con rialzi superiori al 2,5%. Più staccata POP MILANO PMII.MI (+1,5%).

* BANCO POPOLARE BAPO.MI, dopo una seduta debole, riesce a chiudere poco sopra la parità, dopo il rally che ieri l‘aveva portata a guadagnare quasi l‘8%.

* TELECOM ITALIA (TLIT.MI) ha chiuso in parità, reduce dal buon rialzo ieri.

* In recupero anche gli energetici. TENARIS (TENR.MI) sale del 2,66%, ENEL (ENEI.MI) del 2,77%.

* Fuori dal listino principale da segnalare il balzo di oltre il 5% di MAIRE TECNIMONT (MTCM.MI) che ha annunciato di avere venduto ai blocchi la totalità delle azioni proprie in portafoglio, pari all‘1,5% del capitale.

* Tra i titoli a minore capitalizzazione, in spolvero MOLECULAR MED (MLMD.MI) che archivia la seduta con un rialzo superiore al 15%. Toniche anche RENO MEDICI (RDM.MI) e K.R. ENERGY (KAIT.MI).

* Perde quasi l‘8% EUTELIA EUT.MI.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below