18 maggio 2010 / 09:23 / tra 7 anni

Borsa Milano mantiene rialzi, bene Ansaldo, cemento,cede Telecom

MILANO, 18 maggio (Reuters) - Piazza Affari, in terreno positivo, è alla ricerca di stabilità dopo la relativa volatilità dei primi scambi.

Le borse mostrano segnali di ottimismo sullo stato di salute delle imprese alla luce delle ultime trimestrali e sull‘impegno dei paesi europei a trovare un accordo sulle modalità di attivazione del piano anti-crisi, ma i dubbi sul quadro macroeconomico e sulle prospettive dei mercati finanziari persistono.

Sul listino milanese i rialzi si diffondono su tutti i settori ma i trader segnalano scambi ridotti e attività limitata a qualche movimento di trading.

“E’ un mercato abbastanza difficile da comprendere e lo si può notare dal movimento erratico anche a livello intraday. Gran parte del trading viene fatto in realtà sui futures, sul cash si fa relativamente poco”, commenta un trader.

“Gli investitori stanno alla finestra cercando di capire quale direzionalità avrà il mercato dove mi pare ci sia in corso una battaglia tra rialzisti e ribassisti, tra quelli che pesano di più le buone trimestrali come indicatori dello stato di salute delle aziende e della situazione dell‘economia e quelli che invece sono scettici sul quadro macoreconomico”, aggiunge.

Poco dopo le 11,00 l‘indice FTSE Mib .FTMIB sale dello 0,9%, l‘AllShare .FTITLMS dello 0,86% mentre il MidCap .FTITMC avanza dello 0,76%. Volumi attorno a 2,7 miliardi di euro.

* In testa al listimo principale ANSALDO STS (STS.MI) sale del 3,2% grazie anche alla promozione di SocGen a “hold” da “sell” con un target price limato a 13,1 da 13,5 euro.

* Nel resto degli industriali bene PRYSMIAN (PRY.MI) (+3%) mentre rimbalzano i cementieri BUZZI (BZU.MI) e ITALCEMENTI ITAI.MI con rialzi attorno all 2% .

* Rally anche per AZIMUT (AZMT.MI) (+2,9%) dopo il deciso calo di ieri. Un operatore cita una limatura del target price da parte di un broker italiano per incorporare la recenti correzione del mercato ma sottolinea la conferma del giudizio positivo sul titolo.

* Spunti positivi tra i bancari con UNICREDIT (CRDI.MI) (+1,1%) e INTESA SANPAOLO (ISP.MI) (+0,7%) che ritracciano dai maggiori rialzi del‘avvio. Dello stesso tono UBI (UBI.MI) e MPS (BMPS.MI).

In controtendenza, BANCO POPOLARE BAPO.MI è in territorio negativo con un calo di un punto percentuale circa dopo la corsa della vigilia.

“Banco Popolare riprende fiato dopo tutto quello che ha fatto ieri. In generale molte performance di oggi riflettono l‘andamento della vigilia”, dice un trader che in questo modo giustifica il ribasso di TELECOM ITALIA (TLIT.MI) (-1,6%) reduce da un buon rialzo ieri.

Trascurati gli energetici TERNA (TRN.MI) e SNAM (SRG.MI) mentre GEOX (GEO.MI) conferma il momento negativo aggiornando i minimi annuali.

* Fuori dal listino principale forti, con rialzi del 4% circa, EMMS (EEMS.MI) e MAIRE TECNIMONT (MTCM.MI) mentre STEFANEL (STEP.MI) cede oltre il 2%.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below