12 maggio 2010 / 16:00 / 7 anni fa

Borsa Milano chiude in rialzo, svettano Autogrill, cementieri

MILANO, 12 maggio (Reuters) - Piazza Affari trova nel pomeriggio lo slancio per portare a termine la seduta con segno positivo, confortata anche dal buon andamento del mercato americano. La giornata milanese, decisamente volatile, è stata segnata soprattutto da spunti individuali, nel clima di incertezza che ancora avvolge il fronte macroeconomico.

“C’è poca visibilità su cosa succede all‘economia nel complesso, i titoli vivono e muoiono più che mai sulla forza delle trimestrali”, osserva un trader.

L‘indice FTSE Mib .FTMIB ha chiuso con un rialzo dello 0,74%, l‘AllShare .FTITLMS dello 0,83%, il MidCap .FTITMC dell‘1,89%. Scambi oltre i 5 miliardi di euro.

* AUTOGRILL (AGL.MI) guida la carica con +6,24% il giorno dopo la pubblicazione dei dati. Un trader cita un broker italiano che ha ritoccato il giudizio e target price e vede spazi di apprezzamento significativi. Nei dati ha sorpreso positivamente l‘aumento del debito di soli 30 milioni e la redditività.

* Denaro sui cementieri, con BUZZI (BZU.MI) che chiude a +4,27% a dispetto di un peggioramento della perdita netta nel primo trimestre,avendo comunque fatto meglio di quanto si aspettassero gli analisti. Bene anche ITALCEMENTI ITAI.MI a +3,62%, recupera CEMENTIR (CEMI.MI) a +2,58% dopo i recenti cali.

* Miste le banche, con INTESA SP (ISP.MI) che si attesta sul +1,6%, MONTEPASCHI (BMPS.MI) e BANCO POPOLARE BAPO.MI al passo del settore .SX7P con rialzi vicini al punto percentuale, mentre UNICREDIT (CRDI.MI) scivola a -0,31%, dopo avere segnato in mattinata rialzi fino al 3% grazie a risulati giudicati superiori alle attese. La banca ha detto che valuterà tutte le opzioni strategiche per la valorizzazione della controllata nell‘asset management Pioneer. Calo anche per POPOLARE MILANO PMII.MI a -0,39%, di cui un broker straniero taglia il giudizio.

* Buona giornata per MEDIASET (MS.MI) (+2,66%). Barclays ne ritocca il target price definendola “una delle nostre emittenti televisive preferite”.

* A2A (A2.MI) è pecora nera del FTSE Mib a -2,12%. Il titolo ha perso quota subito dopo l‘annuncio di una trimestrale deludente rispetto alle attese e in peggioramento rispetto allo scorso anno. Delude anche, dice un analista, la guidance 2010 in linea con i risultati del 2009.

* FIAT FIA.MI cede lo 0,89% sull‘onda lunga dei dati deboli delle immatricolazioni di aprile, ma si sgancia dal Lingotto la controllante EXOR (EXOR.MI) che dopo avere perso in mattinata risale fino a +0,94%. Nel Cda della holding entrerà l‘AD di Fiat Sergio Marchionne.

* LOTTOMATICA LTO.MI delude gli analisti, che rivedono al ribasso i target, e chiude in calo dello 0,89%. Un trader dice che valutazioni relative ad ammortamenti e componente fiscale hanno portato a una riduzione delle stime di utile.

* TELECOM ITALIA (TLIT.MI) (+1,33%) consolida dopo il boom di ieri, legato alle conseguenze dell‘offerta di Telefonica (TEF.MC) per la brasiliana Vivo VIVO3.SA sulla valutazione di Tim Brasil. Ubs ne migliora il giudizio a ‘buy’ da ‘neutral’ e ne alza il target price, DZ Bank ne alza il rating a ‘buy’ da ‘sell’.

* Pioggia di acquisti fuori dal paniere principale. Vola a +12% KME GROUP KME.MI, rialzi nell‘ordine del 9,5% per SNAI (SNAI.MI) e INTERPUMP (ITPG.MI), superano il +8% MAIRE TECNIMONT (MTCM.MI) SOLE 24 ORE (S24.MI), tra il 6 e il 7% VALSOIA (VALS.MI), CSP (CSP.MI), MEDIACONTECH (MCH.MI), BANCA PROFILO (PRO.MI).

* BENETTON BNG.MI segna un balzo del 5,98% grazie a utile netto e fatturato del trimestre in aumento.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below