7 maggio 2010 / 09:20 / tra 8 anni

Borsa Milano volatile, banche resistono in territorio positivo

MILANO, 7 maggio (Reuters) - Dopo aver annullato le perdite registrate in apertura, Piazza Affari è tornata a scendere, in una seduta caratterizzata da alta volatilità e scambi sostenuti.

Il settore bancario è ancora positivo, ma si sta progressivamente indebolendo a metà mattina e non riesce a controbilanciare il trend negativo.

Il ribasso del Ftse Mib è però più contenuto di quello dell‘indice europeo Ftseeurofirst .FTEU3, che misura un ribasso del 2,5%.

La borsa milanese ieri aveva sottoperformato rispetto alle altre piazze europee, zavorrata dalle dichiarazioni di Moody’s sul potenziale contagio della crisi greca.

“Ieri l‘Italia era stata la più penalizzata. Moody’s ha chiesto scusa per l‘opinione data ieri”, un trader spiega così le ragioni del miglioramentoo rispetto al resto d‘Europa.

“Il listino è trainato da Intesa e Unicredit, che rimbalzano dopo il crollo di ieri” aggiunge.

Intorno alle 11,10 l‘indice FTSE Mib .FTMIB cede l‘1,13%, l‘AllShare .FTITLMS l‘1,19% e il MidCap .FTITMC lo 0,73%. Volumi per un controvalore di 2,7 miliardi. * Le banche resistono in territorio positivo. UBI (UBI.MI) e MEDIOBANCA (MDBI.MI) guadagnano oltre l‘1%, seguite dagli altri istituti. UNICREDIT (CRDI.MI) e INTESA SANPAOLO (ISP.MI) avanzano di circa mezzo punto percentuale, dopo essere finite nella seduta di ieri in asta di volatilità con ribassi teorici oltre il 10%. E’ passata invece in negativo POP MILANO PMII.MI.

* AZIMUT (AZMT.MI) è il titolo peggiore del listino e cede oltre il 5%. Ieri i dati sui fondi hanno evidenziato una raccolta dei fondi di investimento in Italia positiva ad aprile, ma in forte calo. “Ieri inoltre aveva limitato le perdite” aggiunge un trader.

* SAIPEM (SPMI.MI) riduce le perdite a circa il 2,7%, dopo il -6% registrato in apertura. “Un po’ pesa il pezzo del petrolio” dice un trader.

* ITALCEMENTI ITAI.MI in calo del 3,4% dopo aver comunicato i risultati che hanno mostrato un risultato netto di gruppo negativo per 37,5 milioni di euro, rispetto al rosso di 12,7 milioni dell‘analogo periodo dello scorso anno.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below