5 maggio 2010 / 11:00 / tra 8 anni

Borsa Milano vacilla, resiste Pirelli, banche sempre indietro

MILANO, 5 maggio (Reuters) - Piazza Affari torna a incespicare, segnando una nuova inversione del senso di marcia rispetto al recupero che aveva annullato le perdite consistenti dei primi scambi e portato gli indici a muovere in territorio positivo.

Il tentativo di ripartenza sembra essersi arenato sul cambio di direzione dei futures di Wall Street, timidamente positivi per un breve periodo prima di indebolirsi.

Il clima resta incerto, si fa notare dalle sale operative, non essendo cambiato nulla di sostanziale nel quadro complessivo della crisi del debito greco, la difficoltà della cui soluzione tiene in ansia i mercati da qualche giorno.

“C’è stato un tentativo di rimbalzo estemporaneo, il quadro non è cambiato”, dice un trader.

Verso le 13,00 l‘indice FTSE Mib .FTMIB cede lo 0,08%, l‘AllShare .FTITLMS lo 0,15%, mentre il Mid Cap .FTITMC resta indietro a -0,76%.

Volumi per 2,7 miliardi di euro. I futures di Wall Street sono in lieve calo.

* Conferma i rialzi PIRELLI PECI.MI, sotto i massimi di giornata a +3,5% ma sempre tonica dopo l‘annuncio dello spinoff della parte immobiliare. Influiscono anche i giudizi positivi di Centrobanca e altri broker, che citano risultati trimestrali superiori alle attese. Positiva anche PIRELLI RE (PCRE.MI) a +0,8%. * Resta in fondo al paniere principale BUZZI UNICEM (BZU.MI), pure recuperando fino a -3% dopo essere scesa sotto al -5%. Il titolo paga i cattivi risultati della controllata tedesca Dyckerhoff DYKG.DE, che vede un calo dei volumi e un ampliamento delle perdite nel primo trimestre rispetto a un anno fa, e il taglio di rating da parte di Deutsche Bank, da “buy” a “hold”. Poco mossa ITALCEMENTI ITAI.MI.

* Bilancio deficitario per i i bancari, tra cui spicca però il rialzo UNICREDIT (CRDI.MI) (+1%). Contenuto il calo di BANCO POPOLARE BAPO.MI, superiori al punto percentuale quelli di INTESA SANPAOLO (ISP.MI), MEDIOBANCA (MDBI.MI), MONTEPASCHI (BMPS.MI), POPOLARE MILANO PMII.MI e UBI BANCA (UBI.MI). Piatto lo stoxx europeo di riferimento .SX7P.

* In luce ENI (ENI.MI), intorno al +1% dopo avere superato il +2%. Un trader cita le operazioni straordinarie di Galp, partecipata sul mercato iberico, come fattore di interesse in una giornata in cui si cercano “ragioni per tornare sul mercato”.

* Tra le mid e small cap, cede EUTELIA EUT.MI, riammessa stamattina alle quotazioni dopo una giornata di sospensione, su cui pesano le voci di una richiesta di insolvenza da parte della Procura di Arezzo. La società ha risposto con un comunicato alle accuse riferite ieri dal Sole 24 Ore di pratiche fraudolente, affermando di avere sempre agito in maniera lecita e negli interessi dell‘azienda.

* Bene PRAMAC PRAM.MI ed ERGYCAP (ECY.MI), ZUCCHI (ZUCI.MI) e BIALETTI (BIA.MI), vendute AEFFE (AEF.MI), CDC CDC.MI, PREMUDA PRNI.MI.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below