3 maggio 2010 / 16:01 / 7 anni fa

Borsa Milano chiude in rialzo, bene Pirelli, Exor, debole Azimut

MILANO, 3 maggio (Reuters) - Piazza Affari chiude in lieve rialzo una seduta debole in avvio ma in progressivo recupero nel corso della giornata grazie a Wall Street.

Le iniziali cautele del mercato sulla capacità della Grecia di implementare le severe misure di austerità concordate a fronte degli aiuti internazionali hanno lasciato il posto nel pomeriggio ai segnali macroeconomici incoraggianti provenienti dagli ultimi dati Usa.

La giornata registra scambi sottili e che risentono della chiusura per festività della borsa di Londra.

“L‘attività è stata molto tranquilla per l‘assenza di molti investitori londinesi”, commenta un‘operatrice.

“L‘accoglienza del mercato alla soluzione greca è stata abbastanza fredda e dopo una partenza in sordina sono partite delle ricoperture con Wall Street”, aggiunge.

L‘indice FTSE Mib .FTMIB chiude in rialzo dello 0,31%, l‘AllShare .FTITLMS sale dello 0,3%, mentre il Mid Cap .FTITMC guadagna lo 0,22%. Volumi per 1,9 milardi di euro circa.

* Forte rialzo per PIRELLI PECI.MI (+3,45%) alla vigilia del Cda che esaminerà l‘operazione di separazione dal gruppo di PIRELLI RE (PCRE.MI) cha vola con +9,3%.

La tempistica era “abbastanza scontata”, commenta un operatore che attribuisce il rialzo della capogruppo oggi a ricoperture anche “in attesa di indicazioni sui conti del primo trimestre”.

* Acquisti anche su ANSALDO (STS.MI) (+3,76%) e su EXOR EXO.MI (+3,9%) con i trader che, per quest‘ultima, continuano a parlare di un effetto trascinamento sull‘onda lunga del piano FIAT FIA.MI (+0,6%) e in attesa dei dati di aprile sulle immatricolazioni di auto che saranno diffusi dopo la chiusura della borsa.

* Bene LUXOTTICA (LUX.MI) (+1,7%) sostenuta dall‘incremento di target price da parte di Banca Imi da 18 a 20 euro.

* CIR (CIRX.MI) guadagna l‘1,4% grazie alla promozione ad ‘outperform’ da parte di Cheuvreux mentre prepara l‘Ipo della controllata Kos che dovrebbe avvenire entro l‘estate.

* Interesse sugli energetici per le caratteristiche difensive del comparto “non soggetto come i finanziari alle instabilità del mercato in questa fase”. Bene A2A (A2.MI) (+1,7%), SNAM (SRG.MI) (+1,3%) EDISON EDN.MI (+1,4%) in un contesto europeo positivo per le utilities.

* Restano invece indietro i petroliferi ENI (ENI.MI) (-0,3%) e SAIPEM (SPMI.MI) (-0,35%), quest‘ultima appesantita dalle prese di beneficio, avendo il mercato reagito già venerdì alla notizia di nuovi contratti in arrivo dagli Emirati arabi per oltre 3 miliardi di dollari.

* Finanziari deboli con le banche MPS (BMPS.MI) e POP MILANO PMII.MI in calo rispettivamente dell‘1% e 0,76%, mentre AZIMUT (AZMT.MI) cede l‘1,3%. Piatta INTESA SANPAOLO (ISP.MI) che “potrebbe risentire del momento penalizzante sui mercati per la tempistica di quotazione di Fideuram”, commenta un trader. BANCO POPOLARE BAPO.MI, in recupero dalle perdite di avvio seduta, chiude in rialzo dello 0,46%.

* Assicurativi positivi ma sotto i massimi della seduta, con UNIPOL (UNPI.MI) a +1,14%, mentre FONDIARIA SAI FOSA.MI, MEDIOLANUM MED.MI e GENERALI (GASI.MI) guadagnano mezzo punto percentuale circa. Il comparto beneficia dei miglioramenti di rating da parte di Banca Akros legate alle valutazioni dei titoli, pesantemente colpiti dalla crisi greca.

* Fuori dal paniere principale, andamenti misti per il settore delle rinnovabili mentre il sottosegretario allo Sviluppo Economico con delega all‘energia, Stefano Saglia, ha detto che gli incentivi per il settore fotovolatico dovrebbero essere approvati dalla conferenza Stato-Regioni entro la fine di maggio.

Volano ERGYCAP (ECY.MI) e PRAMAC PRAM.MI su rialzi rispettivi di 16,9% e 13,9%, mentre cade KERSELF KRS.MI a -6,8%.

* Corre DE LONGHI (DLG.MI) (+7,95%) che raggiunge intraday i massimi di un anno a quota 3,43 euro.

* SAFILO (SFLG.MI) balza del 6% del sostenuta da giudizi positivi dei broker dopo la diffusione dei risultati trimestrali venerdì scorso.

* Perde il 3% AS ROMA (ASR.MI) che mantiene il distacco di due punti dalla vetta della classifica a due giornate dalla conclusione del campionato di calcio.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below