27 aprile 2010 / 09:13 / tra 8 anni

Borsa Milano stabilizza cali, pesanti cementi, bene Mediaset

MILANO, 27 aprile (Reuters) - Piazza Affari sembra assestarsi intorno a un calo moderato, dopo avere perso quasi un punto percentuale nei primi scambi della giornata. L‘intonazione della seduta resta comunque improntata alla debolezza, in un clima che continua a non fornire certezze agli investitori.

“Oggi si registra uno storno tutto sommato atteso”, osserva una trader. “Mancano spunti per crescere, mentre non mancano le ombre, prime fra tutte ancora una volta quelle relativi alla Grecia”.

A Milano spicca la pesantezza dei titoli legati al settore del cemento, pesanti sotto l‘effetto congiunto delle prese di beneficio dopo il rally di ieri e dei giudizi poco entusiastici di un broker che avvia la copertura del settore.

Intorno alle 11,05 il FTSE Mib .FTMIB cede lo 0,55%, il FTSE All Share .FTITLMS lo 0,51% e il FTSE Mid Cap .FTITMC lascia sul terreno lo 0,46%. Volumi per circa 1,1 miliardi di euro.

* Venduti i titoli dei cementieri, ieri in consistente rialzo e oggi, osserva un trader, bersaglio dei giudizi poco entusiasti di Jefferies relativi all‘intero settore. Soffre soprattutto BUZZI UNICEM (BZU.MI) che perde circa il 3%, male a -2% anche ITALCEMENTI ITAI.MI. Le materie prime .SXPP cedono il 2,5% a livello europeo.

La notizia degli arresti di dipendenti di Calcestruzzi spa, società del gruppo Italcementi, può secondo un trader “contribuire ulteriormente, a livello emotivo, all‘allontanamento da questi titoli”.

* Bene invece ENEL (ENEI.MI), sostenuta dalle prospettive che si aprono sul mercato dell‘Est europeo attraverso i programmi di sviluppo dell‘energia nucleare. Il titolo guadagna quasi un punto percentuale e si distingue in un comparto .SX6P che appare invece poco mosso.

* Deboli le banche, secondo un trader sotto scacco fino a che non sarà risolta in modo soddisfacente la questione della crisi del debito greco. Cedono oltre un punto percentuale INTESA SANPAOLO (ISP.MI), POPOLARE MILANO PMII.MI e BANCA MONTEPASCHI (BMPS.MI).

* Sale invece MEDIASET (MS.MI), in rialzo di circa l‘1,1%, con un trader che ipotizza qualche scommessa su una eventuale mancata partecipazione di Sky alla gara per l‘assegnazione delle frequenze del digitale terrestre.

* Positiva anche PIRELLI PECI.MI, circa la quale dalle sale operative si segnala un certo interesse per le affermazioni del premier Berlusconi, secondo cui la società guidata da Marco Tronchetti Provera si prepara a un‘espansione attraverso acquisizioni nel mercato russo.

* Prese di beneficio su TENARIS (TENR.MI), che cede circa l‘1,5%.

* Pesante CIR (CIRX.MI), che paga la debolezza dei risultati della controllata nel settore sociosanitario Kos relativi al primo trimestre dell‘anno.

* Fuori dal paniere principale corre OLIDATA (OLI.MI) oltre il 6%, bene anche DATALOGIC a +2,3%, mentre cede circa il 4% (BTGI.MI).

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below