13 aprile 2010 / 11:02 / tra 8 anni

Borsa Milano inchiodata in range stretto, bene Telecom, giù Fiat

MILANO, 13 aprile (Reuters) - Piazza Affari arriva al giro di boa di metà seduta con gli indici ingessati intorno alla parità, in un panorama europeo dominato dall‘incertezza in attesa di maggiori indicazioni direzionali dall‘avvio di Wall Street.

A Milano si segnalano tuttavia alcuni spunti locali, primo tra tutti Telecom Italia che sta presentando alla comunità finanziaria conti 2009 e aggiornamento del piano triennale.

Intorno alle 12,45 l‘indice FTSE Mib .FTMIB cede un frazionale 0,09%, l‘AllShare .FTITLMS lo 0,07% e il MidCap .FTITMC lo 0,16%. Volumi per un controvalore di circa 1,4 miliardi di euro.

In Europa il benchmark Stoxx 600 perde lo 0,14% mentre a Wall Street i futures si muovono in terreno negativo.

* TELECOM ITALIA (TLIT.MI) mette a segno un progresso del 2,8% con volumi vivaci, già oltre il doppio della media di un‘intera seduta. Il mercato, sottolineano i trader, sembra apprezzare in particolare il raggiungimento dei target sul 2009, gli obiettivi a medio termine - tra cui taglio dei costi e indebitamento - e la conferma del dividendo.

* In denaro anche BULGARI BULG.MI che avanza dell‘1,3% sulla scia della francese LVMH (LVMH.PA), che ha annunciato vendite del primo trimestre sopra le attese.

* Si porta in testa al paniere principale MPS (BMPS.MI) con un rialzo di oltre il 3x%, tra titoli bancari leggermente deboli in Europa .SX7P (-0,3%). I trader non citano particolari novità ma una sottolinea che “nelle ultime settimane ha sottoperformato in maniera significativa, è stato uno dei peggiori se confrontato con altre banche e con il settore europeo, magari oggi qualcuno va a ripescare i titoli che hanno fatto peggio”.

* Sul fronte opposto PRYSMIAN (PRY.MI) cede l‘1,7% con volumi intensi, circa quattro volte la media. “Il titolo era salito molto di recente, è una correzione”, dice un trader. Un‘altra operatrice cita anche il ritracciamento odierno del prezzo del rame dopo nuovi massimi e ricorda che il titolo stacca la cedola lunedì 19. “I volumi sono concentrati soprattutto in apertura, quando si avvicina lo stacco del dividendo è normale vedere forti movimenti in apertura o chiusura”, aggiunge.

* La lettera penalizza anche FIAT FIA.MI che si è portata in coda al listino principale dopo le dichiarazioni del responsabile del brand Fiat Lorenzo Sistino sulle attese per il mercato auto italiano ad aprile, con immatricolazioni viste in calo tra il 10 e il 20%. Il titolo perde l‘1,8%.

* Tra i minori GABETTI (GABI.MI) balza del 3%. Ieri sera il gruppo ha diffuso i risultati del 2009, chiusi con una perdita più contenuta rispetto all‘anno precedente. Rialzo a due cifre per APULIA PRONTOPRESTITO APP.MI.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below