30 marzo 2010 / 11:09 / 8 anni fa

Borsa Milano incerta, male automotive, ok Generali e Telecom

MILANO, 30 marzo (Reuters) - Piazza Affari prosegue incerta, oscillando attorno alla parità, zavorrata dall‘automotive.

“Il mercato ha virato in negativo”, commenta un trader, “ma l‘attività è molto limitata. Soprattutto, non ci sono ordini dall‘estero”.

Attorno alle 13, l‘indice FTSE Mib .FTMIB e l‘AllShare .FTITLMS sono poco sopra la parità, mentre il MidCap .FTITMC arretra dello 0,4% circa. Volumi per un controvalore di circa 920 milioni di euro.

* Pesante l‘automotive, in linea con l‘Europa .SXAP. FIAT FIA.MI lascia sul terreno oltre due punti percentuali, trascinando la controllante EXOR (EXOR.MI). In rosso anche PIRELLI PECI.MI. Fuori dal paniere principale, male COGEME SET COGI.MI, che ieri ha comunicato i risultati 2009. Nel comparto, segno meno per PIAGGIO (PIA.MI) e PININFARINA (PNNI.MI).

* Tonica GENERALI (GASI.MI), in denaro gli energetici, con ENI (ENI.MI) in evidenza.

* Bene A2A (A2.MI), mentre, restando fra le utilities, ACEA (ACE.MI) è pesante dopo aver archiviato il 2009 in perdita e annunciato che non distribuirà dividendo.

* Non si arresta la corsa di BULGARI BULG.MI: il mercato sembra ritenere la società un target potenziale, sebbene il Ceo di Swatch UHR.VX abbia smentito di essere interessato.

* Torna in denaro TELECOM ITALIA (TLIT.MI), che fa meglio di un paniere delle tlc .SXKP positivo.

* PRYSMIAN (PRY.MI) in calo nella giornata in cui ha lanciato un bond da 400 milioni a cinque anni.

* Male STMICROELECTRONICS (STM.MI), sebbene Cheuvreux ne abbia alzato il target price e lo abbia confermato nella lista dei titoli preferiti.

* AZIMUT (AZMT.MI) cede oltre due punti percentuali, mentre AUTOGRILL (AGL.MI) arranca.

* Fuori dal paniere principale, GEFRAN (GFRN.MI) corre: ieri, la società bresciana ha annunciato l‘ingresso nel mondo delle energie rinnovabili.

* A proposito di società che operano nell‘energia da fonti rinnovabili, il settore si mantiene in salute. Centrobanca ne ha avviato la copertura, indicando ALERION (ARN.MI) ed ERG RENEW EGR.MI con “buy”, ERGYCAPITAL (ECY.MI) e TERNIENERGIA (TRN.MI) con “hold”.

* Pesante DMAIL DMA.MI, che ha chiuso il 2009 con una perdita netta consolidata di 0,6 milioni.

* Tra le società che hanno comunicato i risultati 2009 fra ieri e oggi, vola CSP (CSP.MI), mentre arretrano BRIOSCHI (BRUI.MI) ed ENERVIT (ENVT.MI).

* Poco sopra la parità SORIN SORN.MI. Un dealer ricorda che “gli azionisti di minoranza sono insoddisfatti del prezzo” proposto dal consorzio che ha presentato un‘offerta di buyout. Un report di Mediobanca di alcuni giorni or sono, dal titolo “Turbolent shareholders, good financials”, indica un target price di 2 euro, contro l‘attuale quotazione di 1,56 euro circa.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below