30 marzo 2010 / 09:14 / tra 8 anni

Borsa Milano scivola in parità, bene energia, giù Azimut e Fiat

MILANO, 30 marzo (Reuters) - Piazza Affari rallenta e scivola attorno alla parità, vanificando i progressi delle prime battute.

Scambi limitati e pochi spunti. Un dealer sintetizza dicendo che “siamo già in clima pasquale”.

“A meno di sorprese”, aggiunge un operatore, “i mercati saranno tranquilli sino alla fine del trimestre”.

Attorno alle 11, l‘indice FTSE Mib .FTMIB e l‘AllShare .FTITLMS sono poco sotto la parità, mentre il MidCap .FTITMC arretra dello 0,4% circa. Volumi per un controvalore di circa 550 milioni di euro.

* Partite toniche, sulla scia del paniere europeo .SXAP, le banche hanno perso slancio. Rimane positiva UBI (UBI.MI). MEDIOBANCA (MDBI.MI) sopra la parità nella giornata in cui si riuniranno patto e comitato nomine.

* Bene gli energetici, con SAIPEM (SPMI.MI), TENARIS (TENR.MI) ed ENI (ENI.MI) in evidenza. In un breve report dedicato al settore oil & gas europeo, Nomura scrive di preferire Repsol e Galp, nonché, per ragioni legate alle valutazioni, Eni e BP.

* Brillante A2A (A2.MI), mentre, restando alle utilities ma lasciando il paniere principale, ACEA (ACE.MI) è pesante dopo aver archiviato il 2009 in perdita e annunciato che non distribuirà dividendo.

* Nel comparto, debole ENEL (ENEI.MI): Centrobanca ha tagliato il rating a “hold” da “buy”, riducendo il target price a 4,55 da 4,7 euro. Il broker, si legge in un report, motiva il downgrade con “il mancato recupero dei prezzi dell‘energia elettrica” e la contrazione dei volumi in Italia e Spagna.

* Segno meno per l‘automotive, in linea con l‘Europa .SXAP. FIAT FIA.MI lascia sul terreno oltre un punto percentuale, trascinando la controllante EXOR (EXOR.MI). In rosso anche PIRELLI PECI.MI.

* PRYSMIAN (PRY.MI) in calo nella giornata in cui ha lanciato un bond da 400 milioni a cinque anni.

* Male STMICROELECTRONICS (STM.MI), sebbene Cheuvreux ne abbia alzato il target price e lo abbia confermato nella lista dei titoli preferiti.

* AZIMUT (AZMT.MI) cede oltre due punti percentuali.

* Fuori dal paniere principale, GEFRAN (GFRN.MI) corre: ieri, la società bresciana ha annunciato l‘ingresso nel mondo delle energie rinnovabili.

* Pesante DMAIL DMA.MI, che ha chiuso il 2009 con una perdita netta consolidata di 0,6 milioni.

* Rimane tonica TISCALI (TIS.MI), che ieri, nel corso della conference call di presentazione dei risultati 2009, ha confermato gli obiettivi su quest‘anno e ha fornito un aggiornamento sulle prospettive di riduzione dell‘indebitamento.

* Segno meno per TOD‘S (TOD.MI): Centrobanca ne ha tagliato il rating a “hold” da “buy”, alzando il target price a 56,5 da 55 euro. Il broker, si legge in un report, ritiene che i fondamentali siano ottimi, ma che il titolo abbia scarso potenziale di upside.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below