26 marzo 2010 / 12:01 / tra 8 anni

Borsa Milano torna piatta, sempre vendute Unipol, Fonsai, MPS

MILANO, 26 marzo (Reuters) - Si è spento prima di cominciare il tentativo di partenza a Piazza Affari, che chiude la mattinata con l‘intonazione incerta con cui l‘aveva aperta.

La piazza milanese segna un andamento comunque migliore rispetto alle altre borse d‘Europa, che a metà giornata registrano piccoli cali e una tendenza complessivamente debole.

“Siamo sempre in presenza di un mercato che si muove in ordine sparso, c’è un‘assenza evidente di istituzionali”, osserva un trader. “In questa situazione manca lo slancio per prendere una direzione chiara”.

Confermano le perdite del mattino UNIPOL (UNPI.MI), FONDIARIA SAI FOSA.MI e BANCA MONTEPASCHI (BMPS.MI), mentre gli indici principali aspettano a questo punto indicazioni da Wall Street.

Poco prima delle 13,00 l‘indice FTSE Mib .FTMIB è poco mosso a -0,03%, l‘AllShare .FTITLMS a -0,08% mentre l‘indice MidCap .FTITMC cede lo 0,09%.

Volumi per circa 1,2 miliardi di euro. I futures sugli indici americani a New York sono positivi.

* UNIPOL (UNPI.MI) continua su ribassi nell‘ordine del 6%, dopo una sospensione in asta di volatilità con un teorico -10% nei primi scambi. “C’è la doppia sorpresa negativa: quella del livello delle perdite, a causa di queste grossissime svalutazioni, e quella per la decisione dell‘aumento capitale”, spiega un trader.

Ieri dopo la chiusura la società ha annunciato un aumento di capitale fino a 500 milioni e una perdita d‘esercizio 2009 pari a 769 milioni, di cui 611 milioni derivanti da svalutazioni delle riserve in azioni. Exane Bnp ne ha peggiorato il rating ad “underperform” da “neutral”.

* Peggiora FONDIARIA SAI FOSA.MI, che supera ora il 4% di perdita nell‘imminenza della comunicazione dei risultati 2009. “Il titolo sembra seguire a distanza la parabola di Unipol”, commenta un trader. “Il gruppo pubblica oggi i suoi risultati per lo scorso anno e dopo la brutta sorpresa di ieri c’è un certo nervosismo”.

* Stabile su perdite del 3% BANCA MONTEPASCHI (BMPS.MI). Stamattina, prima dell‘apertura la banca ha diffuso i risultati 2009, da cui emerge un utile netto in forte riduzione. “Sono risultati molto sotto le attese”, commenta un trader.

* PARMALAT (PLT.MI) continua invece a brillare, seppure sotto i massimi di giornata, che la riportano entro la soglia dei tre punti percentuali in precedenza abbondantemente superata. I trader parlano del miglioramento di rating e di target price di Morgan Stanley, evento che “in una giornata mancante di spunti forti in senso positivo acquista più rilevanza del solito”.

* Conferma i rialzi IMPREGILO IPGI.MI, di cui continuano a piacere i risultati di ieri. Non crea problemi invece il peggioramento di target price da parte di un broker.

* Banche senza una linea comune, con UNICREDIT (CRDI.MI) e BANCO POPOLARE BAPO.MI piuttosto toniche e INTESA SANPAOLO (ISP.MI), UBI (UBI.MI) e POPOLARE MILANO PMII.MI.

* Fuori dal paniere principale cede quasi il 5% PREMAFIN PRAI.MI, trascinata al ribasso dal nervisismo sui risultati della controllata Fondiaria Sai.

* Corre AMPLIFON (AMPF.MI), di cui Goldman Sachs ha migliorato stamattina il target price, bene anche POLTRONA FRAU PFGI.MI e rimbalzo di CENTRALE LATTE TORINO CLT.MI.

* Tra le mid e small cap sempre in forte rialzo POLTRONA FRAU PFFI.MI, salgono CRESPI GCRE.MI, AMPLIFON (AMPF.MI) e CLASS EDITORI (CLED.MI).

* I risultati affondano invece INTEK TEKI.MI, sospesa per eccesso di ribasso a -9%.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below