24 marzo 2010 / 12:20 / 8 anni fa

Borsa Milano in calo a metà seduta, bene Fiat e Prysmian

MILANO, 24 marzo (Reuters) - Piazza Affari recupera parte delle perdite accusate nella parte centrale della mattinata ma resta in territorio decisamente negativo a metà giornata, accusando la delusione dei dati sugli ordini industriali della zona euro e il downgrade del rating del debito portoghese.

L‘agenzia di rating Fitch ha ridotto il rating sul debito a lungo termine di Lisbona ad AA- da AA, con outlook negativo, sulla base dell‘andamento dei conti pubblici del paese.

“Il downgrade di Fitch dà corpo all‘idea di nuovi casi-Grecia”, osserva un trader. “Un‘ipotesi tanto più negativa quanto ancora l‘Ue non ha mostrato di avere un‘idea di come procedere”.

Resistono i protagonisti della giornata, Fiat FIA.MI, spinta dalle indiscrezioni di stampa sull‘ipotesi di nuovi tagli al personale, Exor (EXOR.MI), controllante di Fiat che sale al rimorchio del Lingotto, e Prysmian (PRY.MI), che incassa l‘avio di copertura con giudizi favorevoli da parte di Deutsche Bank.

Poco prima delle 13,00 l‘indice FTSE Mib .FTMIB cede lo 0,7%, l‘AllShare .FTITLMS lo 0,6% e l‘indice MidCap .FTITMC lo 0,4%.

Volumi per circa 1,6 miliardi di euro. I futures a Wall Street sono in calo.

* Si conferma sopra il 4% di rialzo PRYSMIAN (PRY.MI), di cui Deutsche Bank avvia la copertura con un rating “buy” e un target price pari a 21 euro, spiegando che la società “gode di una posizione competitiva unica nel mercato dell‘energia” e dovrebbe per questo beneficiare del “mega trend” di investimenti che la banca vede in arrivo nei prossimi 20 anni nel segmento della trasmissione.

* Continuano a guadagnare intorno al 3% FIAT FIA.MI e la controllante EXOR (EXOR.MI). Trader e analisti concordano nell‘indicare le indiscrezioni di stampa sui nuovi tagli al personale come il motivo degli acquisti sul titolo. La Repubblica scrive oggi che nel piano industriale che Marchionne presenterà ad aprile sono previsti tagli di 5.000 posti di lavoro, L‘Unità parla di 1.000 posti di lavoro da tagliare a Pomigliano. Gli analisti di due diverse sim stimano il beneficio dall‘eventuale taglio di 5.000 persone in circa 100 milioni di euro all‘anno. Il segretario generale di Uilm dice a Reuters di non essere al corrente di nuove riduzioni degli occupati in aggiunta a quelle concordate a dicembre. Lo stoxx dell‘auto .SXAP, tra i pochi settori positivi in Europa, sale dello 0,2%.

* Resta in chiaro rialzo anche STM (STM.MI), seppure sotto i massimi di seduta, dopo che Goldman Sachs ne alza il target price a 7,75 euro da 7,4 e ne rivede al rialzo le stime di utile per azione 2010-2011.

* Tonica MEDIASET MED.MI, che sale di oltre il 2,5% dopo la serie di dichiarazioni dei vertici durante la call sui risultati. Piacciono, dicono da Piazza Affari, l‘ottimismo dell‘AD Giuliano Andreani sull‘andamento del mercato pubblicitario e l‘annuncio del Cfo Marco Giordani sull‘impegno al dividendo il prossimo anno.

* Cede circa il 2% BUZZI (BZU.MI), che ieri ha deluso i mercati con i risultati e oggi subisce il taglio di target price da parte di un broker, secondo quanto riferito da un trader.

* Male anche TELECOM ITALIA (TLIT.MI), che ieri sera ha nuovamente rimandato l‘approvazione dei conti sulla vicenda di Sparke.

* Prese di beneficio appesantiscono SAIPEM (SPMI.MI) e IMPREGILO IPGI.MI, che cedono circa l‘1,5%.

* Positiva POPOLARE MILANO PMII.MI, per cui un trader cita i giudizi positivi da parte dei broker circa i risultati. In calo le banche in generale, il cui stoxx europeo .SX7P cede lo 0,8%.

* Cede anche GENERALI (GASI.MI), sul rinnovo dei cui vertici continuano ad accavallarsi speculazioni. Il Leone cede quasi il 2% mentre le assicurazioni in Europa .SXIP sono in calo dello 0,5%.

* Fuori dal paniere principale INTEK TEKI.MI è in asta di volatilità con un +10% teorico senza parziali segnalazioni dalle sale operative, su rialzi simili, anch‘essa sospesa in asta, FILATURA POLLONE FLTP.MI.

* Tonica BIANCAMANO (BIAN.MI) che si aggiundica una commessa da 40 miloni in Piemonte, mentre cedono KME GROUP KME.MI e POLIGRAFICA S. FAUSTINO (PSF.MI), colpite da prese di benefici.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below