23 marzo 2010 / 17:05 / 8 anni fa

Borsa Milano, chiude in rialzo, bene Saipem, crolla Buzzi

MILANO, 23 marzo (Reuters) - Piazza Affari chiude in rialzo, dopo aver fluttuato intorno alla parità per gran parte del pomeriggio. In assenza di grandi spunti, è soprattutto Wall Street a dare una direzione al mercato.

“I volumi sono leggeri.. ci sono pochissime ‘idee’ e appena ce n’è una questa muove gli investitori” come nel caso di Buzzi e Saipem (rispettivamente peggior e miglior titolo del Ftse Mib), spiega un trader.

La salita registrata dall‘indice sul finale “è sicuramente legata al rialzo di Wall Street e al rimbalzo dai minimi di alcuni titoli, come Buzzi o Intesa”, spiega un‘altra trader.

Un terzo trader lega invece il mini balzo alle indiscrezioni sull‘avvicinamento di un accordo tra Francia e Germania sull‘intervento del Fmi in soccorso alla Grecia.

L‘indice FTSE Mib .FTMIB ha chiuso in rialzo dello 0,63%, l‘AllShare .FTITLMS dello 0,69% e l‘indice MidCap .FTITMC dello 0,74%. Volumi per un controvalore di 2,4 miliardi di euro.

* BUZZI UNICEM (BZU.MI) ha chiuso in ribasso del 3,07%, dopo essere arrivata a perdere oltre il 4% dopo che i risultati 2009 hanno evidenziato utile e dividendo in deciso calo. “I dati sono molto deludenti”, commenta un analista, precisando che ha pesato soprattutto “una guidance molto cauta per il 2010”. La società prevede infatti di chiudere il 2010 con risultati operativi e utile netto inferiori a quelli del 2009.

* Maglia rosa per SAIPEM (SPMI.MI), che mette a segno un rialzo del 4,01% grazie alla promozione di Morgan Stanley a “overweight” con target price rivisto al rialzo a 37 euro sulle prospettive di nuovi contratti in Medio Oriente e Africa. “Saipem continua il movimento rialzista iniziato la settimana scorsa sull‘upgrade di una casa estera” spiega un trader.

* MONDADORI (MOED.MI) chiude in calo del 0,35%, dopo i dati 2009. “La grande delusione è la mancanza di dividendo” sottolinea un analista. Da ieri il titolo non è più scambiato nel paniere principale Ftse Mib.

* SARAS (SRS.MI) termina la seduta a +1,61%, spinto, secondo un trader, dalla ripresa dei margini di raffinazione, “quasi raddoppiati, inaspettatamente, nelle ultime sei settimane”,

* ATLANTIA (ATL.MI) sale dell‘1,26% spinta dal “buy” di SocGen dal precedente “sell”. “E’ l‘ennesimo upgrade che la società incassa. Ha riportato una buona trimestrale (lo scorso 5 marzo), ma il mercato non sembrava accorgersene”, osserva un analista.

* PIRELLI PECI.MI ha chiuso in rialzo del 2,34%, STM STM..MI del 2,22%.

* Nel settore del credito UNICREDIT (CRDI.MI) chiude a +0,82% dopo che Fbr ha alzato il giudizio a “outperform” con target price aumentato a 2,8 euro, mentre INTESA SANPAOLO ISPI.MI perde lo 0,8% sulla scorta della bocciatura, da parte dello stesso broker, a “market perform”.

* TELECOM ITALIA (TLIT.MI) in calo dello 0,93% mentre la stampa parla di ipotesi di un nuovo rinvio per il bilancio e quindi del piano industriale a causa dei persistenti dubbi sul caso Sparkle, e di un interesse dell‘imprenditore brasiliano Nelson Tanure per la quota che la società detiene in Sonora, holding che controlla Telecom Argentina.

In una nota Barclays Capital - che ha una raccomandazione “market weight” sul titolo - stigmatizza l‘ipotesi di un rinvio del piano che, a suo parere, potrebbe deludere le attese.

Questo, o nuove notizie negative legate a Sparkle, “potrebbero spingere gli investitori che hanno una posizione overweight a vendere in anticipo”, dice il broker.

* In attesa dei risultati MEDIASET (MS.MI) sale dell‘1,19%.

* Tra i titoli minori EUROTECH (E5T.MI) balza del 3,17% sulla notizia del contratto siglato in Usa per 7,5 milioni di dollari.

* CARRARO (CARRA.MI) sale del 4,73% sulle prospettive di rilancio della società, alle prese con un processo di riorganizzazione e ristrutturazione del debito.

((Redazione Milano, Reuters Messaging: elisa.anzolin.reuters.com@reuters.net, +39 02 66129692, milan.newsroom@news.reuters.com))

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below