17 marzo 2010 / 12:10 / tra 8 anni

Borsa Milano consolida guadagni mattino, Unicredit protagonista

MILANO, 17 marzo (Reuters) - Piazza Affari consolida i rialzi della mattinata, con i listini mossi soprattutto da spunti individuali in una giornata complessivamente positiva per le piazze europee e priva di appuntamenti particolarmente significaviti dal punto di vista macroeconomico.

Il tema dominante degli scambi milanesi continua a essere il rally di Unicredit (CRDI.MI), che stamattina ha comunicato risultati migliori delle attese e rimandato ad aprile la decisione sulla banca unica voluta dall‘AD Alessandro Profumo.

“Sono le storie singole che interessano oggi”, osserva un operatore di borsa. “Il clima generale resta attendista, anche se tendente al positivo”.

Poco prima delle 13,00 l‘indice FTSE Mib .FTMIB guadagna l‘1,2%, AllShare .FTITLMS l‘1,0% e MidCap .FTITMC lo 0,3%. I volumi in crescita a circa 1,4 miliardi di euro.

A Wall Street i futures sono positivi.

* Supera il 5% di rialzo UNICREDIT (CRDI.MI), che questa mattina a mercati chiusi ha annunciato un utile in calo ma superiore alle attese e la cessione della quota pari al 2,84% posseduta in GENERALI (GASI.MI). Tra gli acquirenti principali ci sono Fondazione Crt, socia di Piazza Cordusio, e la finanziaria veneta Ferak, già azionista di Generali, che hanno rilevato il 2,26%.

“Di Unicredit piacciono i risultati, il ritorno al dividendo in cash e il core tier 1”, commenta un operatore. “Di fatto, anche l‘aggiornamento sul fronte della banca unica è una buona notizia, una parziale vittoria per [l‘AD Alessandro] Profumo.”

Quest‘ultimo ha smentito stamattina le voci che lo volevano vicino alle dimissioni su un possibile rifiuto dei grandi soci di appoggiare il suo progetto di riorganizzazione.

Intanto Generali, osserva un trader, appare penalizzata dalla vendita ed è peggior titolo dell‘indice principale a -1,4%.

* Sfiora il +3% SAIPEM (SPMI.MI), oggetto di giudizi positivi da parte di Goldman Sachs. Il broker ne migliora a “buy” da “neutral” il rating e aggiunge la società alla lista “Pan-Europe buy”, elevandone anche il target price a 38,50 dai precedenti 35,50.

* Cresce INTESA SANPAOLO (ISP.MI), che supera il 2% di rialzo, bene anche BANCO POPOLARE BAPO.MI e UBI BANCA (UBI.MI) sopra all‘1%. Più modesti i rialzi degli altri istituti di credito, che comunque appaiono generalmente positivi.

* Tra i peggiori titoli del listino principale c’è invece BULGARI BULG.MI, da un paio di giorni appesantita dopo la comunicazione della deludente performance 2009 e della decisione di diversi broker di ridurre le previsioni sui risultati 2010 e 2011 del gruppo del lusso.

* MEDIOLANUM MED.MI e PARMALAT (PLT.MI), tra i titoli più tonici ieri, sono oggi in calo su prese di beneficio.

* Tra le mid e small cap, brilla POLIGRAFICA S. FAUSTINO, in asta di volatilità con un teorico +13%. Bene anche KR ENERGY (KAIT.MI), a +4,8% nel giorno in cui voci di stampa vedono in arrivo un “cavaliere bianco” che dovrebbe rilevarne il controllo dagli azionisti in difficoltà.

* Deboli invece COBRA COBRA.MI, che registra risultati per il 2009 in netto peggioramento sull‘anno precedente, e SEAT PAGINE GIALLE PGIT.MI, di cui Goldman Sachs aumenta il target price a 0,18 euro da 0,17, ma osserva che restano aperte le questioni strutturali: declino dei ricavi print, rallentamento della crescita di quelli dell‘online e situazione del debito.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below