16 marzo 2010 / 16:54 / 8 anni fa

Borsa Milano chiude ampliando rialzi, a picco Bulgari

MILANO, 16 marzo (Reuters) - Piazza Affari chiude in attivo una giornata caratterizzata da alta volatilità sui singoli titoli e volumi complessivamente ridotti, ampliando i rialzi di mattinata in seguito all‘apertura positiva di Wall Street.

In una giornata positiva per quasi la totalità dei titoli compresi nel paniere principale, spicca la caduta verticale di Bulgari BULG.MI, affondata dalla delusione per i risultati del 2009, pubblicati ieri sera, e dalla decisione di diversi broker di rivederne le stime per l‘anno in corso.

“Giornata intonata positivamente, più in senso generale che su temi singoli”, osserva un trader.

Lo scarso volume di attività riflette comunque il clima di attesa per la conclusione della riunione di politica monetaria della Fed. Se appare scontata la conferma dei tassi attuali, gli investitori sono molto attenti ai commenti con cui l‘autorità monetaria americana accompagnerà la decisione.

L‘indice FTSE Mib .FTMIB chiude in rialzo dell‘1,1%, AllShare .FTITLMS +1,09% e MidCap .FTITMC +0,89%. I volumi valgono circa 2 miliardi di euro.

* BULGARI BULG.MI chiude con quasi dieci punti percentuali di calo, dopo aver archiviato un 2009 deludente sotto il profilo dei risultati (con il primo calo dell‘Ebit dal 2001). Il titolo è affondato dai commenti di vari broker, con Exane Bnp e Citigroup che ne riducono il target price, tagliando anche le proprie stime sugli utili per azione del 2010 e del 2011.

* UNICREDIT (CRDI.MI) invece sale di oltre due punti, dopo aver aperto debolmente, a chiusura di una giornata in cui il comitato strategico ha annunciato di aver trovato un accordo sul progetto di ristrutturazione (la Banca unica) ma chiede tempo raccomanda la convocazione di un cda straordinario in aprile per la decisione definitiva.

* Positive le altre banche, con buoni rialzi per INTESA SANPAOLO (ISP.MI), UBI (UBI.MI) e MEDIOBANCA (MDBI.MI) e guadagni frazionali per le altre.

* Chiude a +3,13% CIR (CIRX.MI), che un trader vede tra i titoli “riscoperti” in una piazza su cui soffia un vento rialzista ma non abbondano i temi forti.

* Bene anche PARMALAT (PLT.MI), sotto i massimi con un +1,62% di rialzo. “Il settore alimentare in generale è molto spinto dalle case di investimento per il 2010 vista l‘incertezza economica”, commenta un gestore. Il comparto food & beverage in Europa .SX3P guadagna l‘1,1%.

* Tra i rialzi più consistenti, nell‘indice principale, ci sono MONDADORI (MOED.MI) e MEDIOLANUM MED.MI, bene anche STM (STM.MI) - trainata, insieme agli altri tecnologici europei .SX8P, dalla tedesca Infineon (IFXGn.DE) - PIRELLI PECI.MI e TENARIS (TENR.MI).

* Tra le mid e small cap balza a +9% SEAT PAGINE GIALLE PGIT.MI, che chiude un 2009 negativo ma meno di quanto si aspettassero i mercati.

* Corre a +6% BREMBO (BRBI.MI), che ieri ha dato i risultati e su cui oggi Ubs ha alzato il target price, mentre l‘avvicinarsi delle nomine del Cda fa bene a SAFILO (SFLG.MI), che sfiora il +8%.

* Esordio con fiammata per le due matricole POLIGRAFICI PRINTING (POPR.MI) e PMS PMSG.MI, entrambe in asta di volatilità per gran parte della giornata, con la prima che chiude a +54% e la seconda a +22%.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below