11 marzo 2010 / 10:40 / 8 anni fa

Borsa Milano azzera calo iniziale, forti Pirelli, Fiat e Snam RG

MILANO, 11 marzo (Reuters) - Intorno a metà mattinata Piazza Affari azzera le perdite iniziali, cercando occasioni di acquisto sui fondamentali per alcuni titoli come Pirelli e Snam Rete Gas rispettivamente dopo i risultati 2009 e il piano al 2013.

Prosegue intanto l‘appeal speculativo di Fiat in un mercato che scommette sullo scorporo del settore auto.

Anche a livello settoriale europeo auto e utility sostengono i listini intorno alla parità dopo la debolezza di inizio seduta.

Intorno alle 11,15 l‘indice FTSE Mib .FTMIB segna un frazionale +0,03%, l‘Allshare .FTITLMS sale dello 0,04% e il MidCap .FTITMC dello 00,2%. Volumi per circa 700 milioni di euro.

In Europa il benchmark Stoxx 600 è poco mosso.

* Prosegue la buona impostazione di PIRELLI PECI.MI dopo il balzo di oltre il 4% messo a segno alla vigilia sulla scia dei conti migliori delle attese. Con diversi broker che ribadiscono giudizi positivi, il titolo avanza dell‘1,75%.

* FIAT FIA.MI mette a segno un +1,9% in un mercato che continua a speculare sull‘ipotesi di spinoff dell‘auto e ignora invece la notizia sul richiamo di Stilo in Brasile, chiesto dal ministero della Giustizia locale e a cui il gruppo italiano ha preannunciato ricorso. “E’ sempre il solito discorso dello spinoff, è un mercato che non si muove sulle news ma sulle aspettative e sembra credere in modo sempre più forte allo scorporo dell‘auto”, commenta un trader. Il comparto auto europeo .SXAP guadagna l‘1,4%.

* Bene anche EXOR (EXOR.MI) che avanza dell‘1,4%.

* Denaro su SNAM RETE GAS (SRG.MI) dopo il piano strategico per i prossimi quattro anni, che conferma gli stessi investimenti e la stessa Rab del piano precedente con scadenza al 2012 e prevede una crescita annua della cedola del 4% al 2012. “Si tratta di un piano in linea con le stime, mentre la novità è costituita dalla crescita del dividendo superiore rispetto alle attese del mercato”, osserva una analista. Il titolo guadagna l‘1,5% in un settore utility europeo .SX6P in progresso dello 0,7%.

* FINMECCANICA SIFI.MI, che stamattina ha annunciato un contratto per AgustaWestland del valore di 560 milioni di euro da parte dell‘Aeronautica Militare indiana per la fornitura di 12 elicotteri, sale dello 0,8%.

* Più deboli in generale le banche, che in Europa .SX7P cedono lo 0,2%. UBI (UBI.MI) è la peggiore del paniere principale con un ribasso di oltre l‘1%, INTESA SANPAOLO (ISP.MI) perde lo 0,6%, UNICREDIT (CRDI.MI) lo 0,4%.

* Fuori dal FTSE Mib DADA DADA.MI, che ieri ha dato i risultati e confermato la guidance sui ricavi 2010, mette a segno un progresso di circa il 3%.

* Venduta invece MAIRE TECNIMONT (MTCM.MI), -3,8% dopo una guidance 2010 sotto le attese del mercato. In una slide di presentazione ieri il gruppo ha detto di aspettarsi parametri fondamentali piatti per quest‘anno, mentre un broker sottolinea che le attese erano per una crescita.

* Cede il 2% circa ACTELIOS (AA4.MI) che ieri ha annunciato una forte contrazione dell‘utile netto 2009.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below