2 marzo 2010 / 10:27 / tra 8 anni

Borsa Milano poco mossa, tonica Fiat, ancora debole Luxottica

MILANO, 2 marzo (Reuters) - Seduta poco mossa e senza storie di rilievo a Piazza Affari, incerta nella direzione da prendere e concentrata su qualche spunto dettato dai risultati societari dell‘ultimo trimestre.

Il listino milanese mostra andamenti contrastanti anche all‘interno dei singoli comparti, ma sembra prendere posizioni più precise sulle auto, con Fiat in rialzo, e sul fronte opposto sul lusso, in particolare su Luxottica dopo i deludenti risultati annunciati ieri.

“Non vedo particolari notizie oggi sul mercato. Quello che posso dire è che l‘assenza di volumi continua ad essere la caratteristica principale delle ultime sedute. Questo penalizza certamente gli intermediari ma soprattutto dimostra la permanente incertezza sul mercato”, dice un trader.

Alle 11,10 l‘indice FTSE Mib .FTMIB sale dello 0,1%, l‘AllShare .FTITLMS dello 0,08% mentre il Mid Cap .FTITMC arretra di un frazionale 0,03%. Volumi per poco meno di 600 milioni di euro.

* FIAT FIA.MI è in testa al listino principale con un rialzo del 2,3% e si comporta meglio del settore europeo .SXAP (+0,9%) anche se i dati sulle immatricolazioni in Italia di febbraio hanno mostrato per il gruppo torinese una crescita del 16,8%, inferiore a quella del settore. La quota di mercato è scesa al 31%, un punto circa in meno rispetto al mese precedente e allo scorso anno.

“In effetti i dati dimostrano il contraccolpo della fine annunciata degli incentivi che penalizzano in modo particolare la Fiat, ma era tutto atteso. Credo comunque che il rialzo del titolo Fiat oggi sia più legato all‘andamento del comparto europeo”, commenta un trader. Sulla scia la finanziaria EXOR (EXOR.MI) sale dell‘1,8%.

* Tra i finanziari bene MEDIOLANUM MED.MI (+1,85%) FONSAI FOSA.MI (+1,2%) e poco più indietro i bancari MEDIOBANCA (MDBI.MI) e POP MILANO PMII.MI.

* STM (STM.MI) avanza dello 0,7% mentre Ubs ha alzato le stime di crescita dei ricavi per il 2010 del comparto globale dei semiconduttori al 18% dal 12% e ha tagliato quelle relative al 2011 al 5% dal 7%.

* Dopo un avvio tonico, passa in negativo ANSALDO STS (STS.MI) (-0,56%) dopo i risultati annunciati ieri e che vedono un utile 2009 in crescita del 13%. Il gruppo proporrà un dividendo di 0,31 euro per azione in progresso del 15% sul precedente.

* Peggio LUXOTTICA (LUX.MI) che cede il 2,6% sopra i miinimi di seduta, all‘indomani dei deludenti risultati del quarto trimestre, soprattutto sul fronte degli utili. Debolezza anche per l‘altro titolo del lusso, GEOX (GEO.MI), in ribasso dello 0,8%.

* Dopo il rimbalzo della vigilia tornano a scendere TELECOM ITALIA (TLIT.MI) (-1,2%) e FASTWEB FWB.MI (-0,35%) nel giorno fissato per l‘udienza sulla richiesta della procura di interdire dall‘esercizio delle loro attività la controllata di Telecom Italia, TI Sparkle, e la società fondata da Silvio Scaglia. Fastweb ha però chiesto un breve rinvio dell‘udienza.

* Fuori dal listino principale PININFARINA (PNNI.MI) balza di oltre l‘8%. Dal Salone dell‘Auto di Ginevra il finanziere francese Vincent Bolloré ha detto di avere proposto di entrare nel capitale della società ma non ce ne è stato bisogno perchè le banche hanno garantito l‘aumento di capitale.

* INDESIT IND.MI sale del 3,4%. Secondo un trader, da un analisi di sensibilità dei conti del gruppo di elettrodomestici ai movimenti della sterlina britannica e del rublo russo non risultano “grosse preoccupazioni” da eventuali svalutazioni di queste valute.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below