24 febbraio 2010 / 16:59 / 8 anni fa

Borsa Milano chiude in rialzo seduta segnata da risultati, Fed

MILANO, 24 febbraio (Reuters) - Piazza Affari chiude in rialzo una giornata ballerina dominata da forti oscillazioni.

“Oltre che da risultati societari, la seduta è stata segnata dai dati macro americani e dall‘attesa delle dichiarazioni del governatore della Federal Reserve Ben Bernanke”, commenta un‘operatrice.

Il numero uno della banca centrale statunitense, in un‘audizione alla Camera sulla politica monetaria del paese, ha tranquillizzato che il recente e inatteso rialzo sul tasso di sconto non va interpretato come precursore di un aumento del costo del denaro.

“Il suo discorso ha dato tono al mercato, ma ha creato anche un po’ di confusione”, spiega la trader. “E’ vero infatti che Bernanke ha garantito un prolungato mantenimento dei tassi su livelli bassi, ma ha anche fatto capire che l‘economia resta debole”.

L‘indice FTSE Mib .FTMIB ha chiuso in rialzo dello 0,58%, l‘AllShare .FTITLMS dello 0,48%, mentre il Mid Cap .FTITMC ha terminato gli scambi in negativo a -0,43%, con volumi complessivi sopra i 2,27 miliardi di euro.

Tra i titoli in evidenza:

* La “sorpresa positiva” dei risultati di MEDIOBANCA (MDBI.MI) porta il titolo a chiudere tra i migliori del paniere principale, a +2,76%. Gli utili nel primo semestre sono quasi triplicati a 270 milioni di euro, a fronte di ricavi in crescita del 21,9% a 1,145 miliardi.

* Bene anche BANCO POPOLARE BAPO.MI, a +1,99%, dopo aver raccolto oggi ordini per circa 1,5 miliardi per il suo covered bond da 1 miliardo con rendimento a +80 pb sul midswap. Una trader aggiunge che questa mattina un broker italiano ha migliorato il giudizio sull‘istituto a ‘buy’ da ‘accumulate’.

* Mediobanca e Banco Popolare hanno avuto il merito di trascinare in rialzo il listino italiano più delle controparti europee. ”Sul nostro paniere i finanziari pesano di più“, commenta un‘operatrice”. UNICREDIT (CRDI.MI) porta a casa un +0,53%, INTESA SANPAOLO (ISP.MI) non riesce invece a tornare in positivo, chiudendo a -0,57%.

* In miglioramento anche TELECOM ITALIA (TLIT.MI) che ieri ha perso fino al 2,9% mentre si rincorrevano le voci sul coinvolgimento di una sua controllata in un‘inchiesta per riciclaggio. Il titolo guadagna lo 0,65%, mentre FASTWEB FWB.MI, al centro dell‘inchiesta, riduce le perdite consistenti di ieri assestandosi su un +0,93%.

* FIAT FIA.MI ha chiuso la seduta in negativo, a -0,75%, ma in deciso recupero rispetto al -3% della mattina. Fiat Powertrain oggi ha annunciato altre due settimane di cassa integrazione a marzo-aprile per la linea motori dello stabilimento di Torino Stura. “Il titolo è debole, ma si sta muovendo in sintonia con lo stoxx di settore .SXAP (a -0,5%)”, commenta un‘operatrice. Sul Lingotto pesa anche la riduzione del target price da parte di Nomura.

* ENEL (ENEI.MI) ha resistito bene alla smentita dell‘AD Fulvio Conti che ha negato le indiscrezioni circolate questa mattina su un‘accelerazione del processo di vendita della quota di minoranza in Enel Green Power. Il titolo ha chiuso a +1,14%.

* Al di fuori del paniere principale deciso rialzo per l‘ESPRESSO ESPI.MI che, dopo i risultati, si spinge a chiudere a +2,64% rispetto alla flessione di oltre il 3% della mattina. “I risultati sono in linea con le attese, sono andati bene i costi e la generazione di cassa, c’è stato un buon recupero di marginalità nel quarto trimestre”, commenta un analista di una banca italiana.

* DANIELI (DANI.MI) ha chiuso in flessione del 3,63%. La società ha registrato nel primo semestre fiscale un utile netto pari a 62,8 milioni di euro, in crescita del 6% rispetto a quello precedente, del luglio-dicembre 2008.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below