24 febbraio 2010 / 12:03 / 8 anni fa

Borsa Milano in parità, Telecom, Fiat e UniCredit su dai minimi

MILANO, 24 febbraio (Reuters) - Ritrova la parità risalendo dai minimi intorno a metà seduta Piazza Affari, grazie al lieve recupero dei derivati sulla borsa Usa e realizzi meno aggressivi sui pesi massimi UNICREDIT (CRDI.MI), TELECOM ITALIA (TLIT.MI) e FIAT FIA.MI.

L‘attenzione degli investitori si concentra intanto sulla partenza di Wall Street, soprattutto sulla testimonianza del banchiere centrale Usa in materia di politica monetaria ed economia.

Dopo la marcata correzione di ieri i derivati sull‘azionario Usa prospettano una partenza tra invariata e di poco positiva.

“Risaliamo grazie al contenimento delle perdite di tre titoli molto pesanti, ancora decisamente negativi ma sopra i minimi di seduta” spiega un‘operatrice.

“Molto male fanno in generale i telefonici, a naturale riflesso delle ultime vicende giudiziarie, mentre tiene la categoria delle utility” aggiunge.

Intorno alle 13 l‘indice FTSE Mib .FTMIB segna un +0,06%, l‘AllShare .FTITLMS +0,03% e il Mid Cap .FTITMC -0,26%. Volumi per poco più di un miliardo di euro.

* Lima la caduta a meno di 2% rispetto al precedente -3% il titolo FIAT, già oggetto di vistosi realizzi la vigilia e più in linea al -1,1% del sottoindice europeo .SXAP. Oltre a prospettive chiaramente poco incoraggianti sul futuro degli ordini con la fine degli incentivi pubblici, sui corsi azionari del Lingotto pesa oggi la riduzione del target price da parte di Nomura

* Male ma anche in questo caso sopra i minimi dopo il -2,9% di ieri TELECOM ITALIA, che contiene i danni a -1%. “Dopo il tramonto della fusione con Telefonica l‘implicazione giudiziaria insieme a FASTWEB FWB.MI (-1,5% rispetto al -10% in avvio)... doppio schiaffo per un titolo da giorni ormai tra i più colpiti dalle vendite” dice l‘esperta.

* Contiene intanto i danni a -0,4% UNICREDIT, meglio del -1% di INTESA SANPAOLO (ISP.MI).

Tra i bancari le scommesse premiano invece MEDIOBANCA (MDBI.MI), a +1,4% nel giorno dei risultati e della riunione del patto, insieme al BANCO POPOLARE BAPO.MI a +1,8%

* Bene la difensiva ENEL (ENEI.MI) a +1,3%: in risposta a indiscrezioni stampa odierne, l‘AD Fulvio Conti precisa che non è stato raggiunto alcun accordo con le banche per la cessione di una quota di minoranza di Enel Green Power

* Positiva ENI (ENEI.MI) a +0,4% e rimbalzi “tecnici” per STM (STM.MI), MEDIOLANUM MED.MI e TENARIS (TENR.MI) dopo la marcata correzione di ieri

* Pesante ESPRESSO ESPI.MI, in calo di oltre 3% nel giorno della diffusione dei risultati

* Molto male anche PIRELLI PECI.MI a -2,5%.

* Tra le piccole brilla RATTI (RATI.MI), in rialzo di oltre 11% dopo l‘annuncio di ieri sera su un nuovo finanziamento bancario da 20 milioni.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below