23 febbraio 2010 / 16:56 / tra 8 anni

Borsa Milano chiude in netto calo, pesano banche, Telecom

MILANO, 23 febbraio (Reuters) - Giornata pesante per Piazza Affari in una seduta bersagliata da notizie negative. Alla notizia dell‘inchiesta per riciclaggio contro Fastweb e, tra gli altri, il suo AD Stefano Parisi, e una controllata di Telecom Italia si è aggiunta nel pomeriggio americano la lettura deludente dell‘indice sulla fiducia dei consumatori per il mese di febbraio, tornato sotto la soglia di 50, a 46,0.

“I paesi deboli vengono venduti”, commenta un operatore, indicando come anche la Spagna abbia subito oggi una battuta d‘arresto, mentre la Grecia ha incassato il declassamento di Fitch a ‘BBB’ del rating dei quattro maggiori istituti bancari del paese. “Noi stiamo andando ancora peggio di Europa e Stati Uniti perché molti dei titoli che pesano di più hanno perso oltre il 3%”, aggiunge una seconda operatrice. “C’è una diffusa volontà di vendere, con la tendenza a vedere la situazione in modo molto più negativo di quanto sia in realtà”.

L‘indice FTSE Mib .FTMIB ha chiuso in calo del 2,21%, l‘AllShare .FTITLMS del 2,08%, il Mid Cap .FTITMC dell‘1,21%, con volumi a 2,3 miliardi. L‘indice paneuropeo FTSEurofirst 300 .FTEU3 ha perso l‘1,26%.

Tra i titoli in evidenza:

* Le banche accentrano l‘attenzione, con perdite consistenti. Zavorra del paniere è UNICREDIT (CRDI.MI), in flessione di quasi il 3,9%, seguita a poca distanza da BANCO POPOLARE BAPO.MI, a -2,94%, BANCA POPOLARE DI MILANO PMII.MI, a -2,92%, INTESA SANPAOLO INT.MI a -2,69%. Questa mattina Commerzbank (CBKG.DE) ha annunciato per il quarto trimestre una perdita operativa più ampia del previsto, pur fornendo un outlook migliore per il 2010. La notizia ha inciso su tutto lo stoxx europeo, con l‘indice di settore .SX7P chiuso a -2,11%.

* La controllata di TELECOM ITALIA (TLIT.MI), Telecom Italia Sparkle, è indagata a Roma in un‘inchiesta sul riciclaggio di denaro che coinvolge anche FASTWEB FWB.MI. Un‘ordinanza di custodia cautelare ha colpito anche il top manager e ex socio di Fastweb Silvio Scaglia, mentre per entrambe le società è stata chiesta l‘interdizione dall‘esercizio dell‘attività. Fastweb ha chiuso a -7,56%, Telecom a -2,87%.

* FIAT FIA.MI ha lasciato sul terreno il 3,46%. “Non c’è stato nessun report negativo, ma in una giornata di generale pessimismo gli operatori si sono probabilmente concentrati sulle notizie a sfavore del titolo: il braccio di ferro con il governo per la chiusura di Termini Imerese, il mancato rinnovo degli incentivi che peserà sulle vendite...”, spiega un‘operatrice. Proprio nel primo pomeriggio la società auto ha annunciato un nuovo programma di cassa integrazione per gli impiegati.

* Maglia rosa oggi per A2A (A2.MI) che, insieme al socio italiano EDISON EDN.MI, approfitta di una notizia di agenzia secondo cui Edf (EDF.PA) (-1,68%) potrebbe rilevare un ulteriore 31% del capitale dell‘utility lombarda e dei suoi partner. Il rialzo della mattina si è però ridotto dopo la smentita della società che ha negato con una nota di star esaminando delle operazioni sull‘assetto proprietario. A2A ha chiuso a +1,75%, Edison a +2,71%.

* Al di fuori del paniere principale SNIA SIAI.MI chiude a -7,59% dopo l‘annuncio che la controllata Caffaro Chimica ha richiesto al Tribunale di Milano di dichiarare lo stato di insolvenza della capogruppo. D‘AMICO INTERNATIONAL SHIPPING (B7C.MI) ha perso il 3,45% sulla scia di una perdita netta di 13,4 milioni di dollari nel 2009 (dall‘utile a 147,8 milioni del 2008) e di previsioni prudenti sul 2010.

* EUROFLY EEZ.MI ha guadagnato il 5,9% all‘indomani dell‘approvazione del cda di Meridiana sull‘integrazione tra i due gruppi. SOGEFI (SGFI.MI) ha terminato gli scambi a -4,26% dopo la perdita netta di 7,6 milioni nel 2009.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below