19 febbraio 2010 / 08:19 / tra 8 anni

Borsa Milano debole in avvio, scivola Intesa SP, tiene Unipol

MILANO, 19 febbraio (Reuters) - Partenza con il segno decisamente negativo per Piazza Affari, in armonia con il resto dei listini europei dopo l‘inattesa stretta sul tasso di sconto Usa da parte di Federal Reserve.

Intorno alle 9,15 l‘indice FTSE Mib .FTMIB cede 1,0%, l‘All Share .FTITLMS lo 0,95% e il Mid Cap .FTITMC lo 0,57%.

Debole INTESA SANPAOLO (ISP.MI), in calo di 0,8% dopo la pronuncia dell‘Antitrust sulla discesa dei francesi di Credit Agricole cui verranno però ceduti tra 150 e 200 sportelli.

Tiene UNIPOL (UNPI.MI) dopo i risultati, tra le poche blue chip ancora con il segno più a +0,3%.

Particolarmente colpiti i finanziari, con MEDIOBANCA (MDBI.MI) a -1,7%, UNICREDIT (CRDI.MI) a -1,1% e BANCO POPOLARE BAPO.MI a -2,0%.

Male anche ENI (ENI.MI) a -0,95% e poco meglio ENEL (ENEI.MI) (-0,7%), di cui si chiude oggi l‘offerta dell‘obbligazione retail

Limita i danni TERNA (TRN.MI) a -0,4% dopo il miglioramento delle stime sugli investimenti

Male FIAT FIA.MI a -1% e peggio ancora TELECOM ITALIA (TLIT.MI) a -1,2%

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below