15 febbraio 2010 / 17:02 / tra 8 anni

Borsa Milano in rialzo con banche, Cir, Impregilo, giù Prysmian

MILANO, 15 febbraio (Reuters) - Dopo due giornate di ribassi Piazza Affari apre la nuova settimana con una seduta positiva sullo stesso tono delle altre borse europee.

Senza Wall Street, chiusa per festività, il mercato approfitta di una giornata senza particolari tensioni per riprendere in mano i titoli dei settori recentemente più penalizzati come i bancari.

“Complice il riposo della borsa americana, oggi è stata una giornata poco ricca di argomenti”, commenta un trader.

“Il mercato si è buttato sui bancari, presi di mira recentemente per la crisi greca, e su qualche tema isolato al centro dell‘attenzione per qualche articolo stampa nel weekend come Cir e Impregilo”, aggiunge.

La cautela rimane d‘obbligo in attesa di eventuali nuovi sviluppi sulla situazione della Grecia dopo la riunione dell‘Eurogruppo di stasera.

L‘indice FTSE Mib .FTMIB archivia la seduta in rialzo dello 0,41%, l‘All Share .FTITLMS dello 0,39%, il Mid Cap .FTITMC dello 0,1%. Volumi scarsi e pari a circa 1,5 miliardi di euro.

* In cima al listino principale, in evidenza CIR (CIRX.MI), in rialzo del 3,8%. Sull‘andamento del titolo della finanziaria, che nell‘ultimo mese ha perso il 18,5%, un trader cita lo scenario delineato in un articolo stampa del weekend relativo a Sorgenia, secondo il quale la società di energia del gruppo spesso al centro di rumors, potrebbe entrare nel mirino dei francesi di GdF-Suez GSZ.PA in caso di rottura di quest‘ultima con Acea (ACE.MI)

“L‘articolo ha offerto uno spunto per tornare sull‘argomento relativo al valore di un asset del gruppo Cir non quotato. Se fosse stata una giornata più ricca di argomenti probabilmente non ci sarebbe stata questa attenzione”, dice il trader.

In una intervista al quotidiano Les Echos, il numero uno di Cir, Rodolfo de Benedetti, ha riacceso i riflettori sulla società di energia dichiarando tra l‘altro che “se ci sarà un ritorno al nucleare, Sorgenia potrà giocare un ruolo”.

* Interesse anche su IMPREGILO IPGI.MI (+3,7%), che recupera le perdite di venerdì grazie anche alle indiscrezioni stampa nel fine settimana su un accordo vicino per un nuovo patto tra i tre soci principali.

* Tra i bancari, forti in tutta Europa insieme agli assicurativi, fanno particolarmente bene MEDIOLANUM MED.MI (+2,5%), MEDIOBANCA (MDBI.MI) (+2%), UNICREDIT (CRDI.MI) (+1,6%) seguite dalle popolari POP MILANO PMII.MI e BANCO POPOLARE BAPO.MI con rialzo di poco oltre l‘1%.

* Tra gli assicurativi bene GENERALI (GASI.MI) e FONSAI FOSA.MI che segnano guadagni dell‘1,3% circa.

* Sul fronte dei ribassi da segnalare il -3% di PRYSMIAN (PRY.MI) che risente della notizia, riferita da una fonte venerdì, secondo cui la famiglia Malacalza non sarebbe più interessata alla quota di Goldman Sachs.

* Fuori dal paniere principale balza DMT DMT.MI con un progresso del 14,5% dopo l‘annuncio della cessione della divisione System.

“Il mercato premia la decisione di abbandonare un business che rappresentava una vera zavorra ai conti del gruppo”, commenta un trader.

Corre PIRELLI RE (PCRE.MI) a +12,7%: sfumata la fusione dell‘Sgr con Fimit, il gruppo conferma l‘oboettivo di ritorno al pareggio nel 2010, scrive un giornale nel weekend.

* Forti ENIA EN.MI (+5,8%) e IRIDE IRD.MI (+4,5%) che hanno comunicato il raggiungimento dell‘accordo sulla fusione in base alla condizioni del progetto approvato lo scorso aprile.

Domani i Cda dovrebbe dare il via libera definitivo all‘operazione. “Finalmente si conclude una lunga e tormentata vicenda”, commenta un trader.

* Sale del 4,6% PIAGGIO (PIA.MI) nonostante la controllante IMMSI (IMSI.MI) (+1,48%) abbia smentito indiscrezioni stampa su una possibile cessione della società.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below